Mad Games Tycoon Mad Games Tycoon Recensione

Beneficiario del programma GreenLight di Steam, Mad Games Tycoon, primo titolo dei tedeschi EggCode Games, permette ai giocatori di gestire una casa di produzione di videogiochi, un genere che di recente ha avuto un certo successo con Game Dev Tycoon e GamersGoMakers.

Dopotutto, la tematica è interessante: chi, fra i videogiocatori non ha mai sognato di dirigere una software house, o perlomeno non si è chiesto come funzioni. Naturalmente, la simulazione è ben diversa dalla realtà, ma MadGames Tycoon, sebbene attualmente in Early Access, presenta un’esperienza discretamente completa.

Avviando la partita, può destare una certa sorpresa ritrovarsi di fronte un ufficio sgombro. I nostri compiti comprendono infatti anche la gestione dell’ufficio in quanto tale. Dovremo costruire stanze, comprare e posizionare computer e scrivanie, e potremo aggiungere scaffali, oggetti ornamentali, cestini e bagni. Ovviamente dovremo tenere in considerazione il budget a nostra disposizione, che servirà anche per la produzione del primo titolo. Questo aspetto si fonda sulle scelte basilari di genere, sottogenere e tema del gioco, che influirà sul carattere e sull’appetibilità dello stesso sul mercato virtuale. Potremo affidarci a combinazioni solide e affermate (come avventura/pirati o rpg/fantasy), oppure sbizzarrirci in accoppiamenti più azzardati e rischiosi. Dovremo anche tener conto delle mode del momento, che spingeranno maggiormente titoli di un certo genere o tema.

MadGamestycoon_Screen3

La scelta successiva riguarderà l’ammontare di tempo da dedicare ad ogni aspetto dello sviluppo, assegnando le percentuali a grafica, sonoro, tecnologia, interfaccia dei comandi e gameplay. Andando avanti nel gioco, il sistema ci darà una mano in queste scelte, ricordandoci l’esito positivo o meno delle decisioni prese in passato.

Ma le opzioni da valutare non termineranno con la conclusione della fase di produzione. Per provvedere in autonomia alla distribuzione, dovremo disporre, più avanti nel gioco, di un magazzino e una tipografia interni, mentre sin dall’inizio potremo affidarci ad aziende esterne. In questo caso sarà importante vagliare le loro offerte, considerando non solo l’aspetto economico ma anche la qualità del nostro titolo e la fama del distributore.

Ovviamente, il momento più atteso è la valutazione del titolo, insieme ai risultati sul mercato, che ci permetteranno di investire le risorse in una nuova produzione. Nel corso degli anni, entreremo naturalmente in contatto con il mondo esterno, analizzando i trend di mercato, affidando piccoli lavori ad altre ditte, o prendendo parte alle premiazioni del settore, per ottenere i titoli di Miglior Software House o di Videogioco dell’Anno.

MadGamestycoon_Screen4

Nel frattempo, il mondo di gioco si evolverà, seguendo il percorso del reale ambiente videoludico: nuove tecnologie, nuove console e concorrenti sempre più agguerriti che ci costringeranno a ponderare attentamente le nostre scelte, che comprenderanno via via anche la possibilità di sviluppare un motore di gioco proprietario, di espandere i nostri uffici o di traslocare in una nuova sede in cui accogliere più dipendenti. Intanto, il completamento di ciascun titolo fornirà esperienza al personale coinvolto, che potremo anche sviluppare tramite appositi training per migliorare la qualità dei giochi successivi, o ridurne il tempo di produzione.

Non è necessario dilungarsi più di tanto su grafica e sonoro, semplici, puliti e funzionali per un gioco di questo genere. Da segnalare che, pur essendo in fase di Early Access, Eggcode Games sta già pubblicando localizzazioni in diverse lingue, fra cui l’italiano in fase Alpha. Via via verranno senz’altro aggiunti maggiori contenuti, ma al contrario, ciò che per ora manca è un sistema che venga in aiuto del giocatore nell’approccio alla vastità di scelte già presenti nelle varie fasi del gioco. Un tutorial, o indicazioni più dettagliate sul possibile esito di certe scelte potrebbero mitigare la difficoltà del gioco, per ora piuttosto elevata. Sebbene la complessità non sia di certo un difetto di per sé, la considerevole quantità di elementi e di opzioni a disposizione, unita a una certa mancanza di informazioni e a qualche meccanica poco intuitiva, possono facilmente portare a investimenti errati, in grado di compromettere decenni di onorata carriera della nostra casa di produzione.

MadGamestycoon_Screen1

Come accennato, Mad Games Tycoon non è il primo titolo questo genere. E quindi, cosa potrebbe farci scegliere questo titolo a discapito di altri già presenti sul mercato, anche a prezzi minori? Attualmente, la risposta non può che far affidamento sul grande potenziale mostrato dal titolo in fase di Early Access: se le premesse verranno sviluppate a dovere, Mad Games Tycoon si rivelerà particolarmente completo, con numerose opzioni a disposizione del giocatore, alcune delle quali assenti nei titoli concorrenti.

Il titolo è naturalmente in continuo aggiornamento, con aggiunte di opzioni, oggetti e nuove feature indicate nel dettaglio dal sito del produttore, www.eggcodegames.com.

Attenzione i voti di questa recensione si basano sulla versione Mad Games Tycoon 0.150202A in Early Access, ogni successivo aggiornamento potrebbe portare migliorie e risolvere i problemi indicati.

Informazioni su Davide C. 69 Articoli
Giochi di ruolo, simulazione e strategia sono il suo pane. In un videogioco cerca soprattutto originalità, coinvolgimento e ironia, sin dagli inizi su Commodore e Sega Mega Drive. In momenti di nostalgia, non può fare a meno di riprendere in mano i primi episodi di Final Fantasy o Monkey Island.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*