Follow
Gamepare > Home > XCOM Enemy Unknown > XCOM Enemy Unknown – Recensione

XCOM Enemy Unknown – Recensione

XCOM Enemy Unknown si tratta di una remake del gioco UFO: Enemy Unknown, pubblicato nel 1993 da Microprose. Successivamente la Firaxis Games e la 2K Games hanno preso i diritti per creare un remake.

Ho provato questo gioco e devo dire che sono riusciti nell’impresa di riportare alla luce un vecchio titolo che avevo provato nel 1993.

Come il capitolo precedente siamo dei marines che devo salvare la terra dagli alieni, dai primi minuti di gioco si nota un certa somiglianza ad un altro titolo. Ma subito dopo si deve gestire sotto forma manageriale la base espandendola e creando nuove armi.

xcom-enemy-unknown_screen7

Dal vecchio UFO: Enemy Unknown però si è perso la libertà, diciamo che siamo quasi costretti a seguire l’avventura come dettata. Diciamo che questo non è un male, però si poteva anche creare un modalità libera in modo da far gestire al giocatore la base e le missioni con più libertà.

Tutto sommato il gioco mostra i tratti di un gioco di strategia a turni, dove si permette di ragionare con molta calma prima di fare determinate azioni.

xcom-enemy-unknown_screen3

Dalle prove si è dimostrato un titolo valido dalla grafica accattivante e pieno di particolari, anche l’audio è di ottima qualità.La traduzione in lingua italia sia scritta che il doppiaggio meritano di essere seguite.

Positivo
  • Ottimo remake
Negativo
  • Persa la libertà di gioco del 1993
8.7
Grande
Gameplay - 9
Grafica - 8
Longevità - 9
Scritto da
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Dite la vostra!

0 0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e gli attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>