Ubisoft annuncia ZOMBI (ZombiU) per PS4, Xbox One e PC

Ubisoft annuncia lo sviluppo di ZOMBI, una versione rinnovata del celebre survival horror uscito per Wii U nel 2012, che a partire dal 18 agosto 2015 sarà disponibile in formato digitale per PlayStation 4, Xbox One e Windows PC.

ZOMBI torna a sfidare nuovamente i giocatori sulle nuove piattaforme, per scoprire quanto riusciranno a sopravvivere in una Londra infetta e fatiscente. Per la seconda volta nella storia, una terribile piaga sta avvolgendo la città in una nebbia mortale, con migliaia di abitanti già morti e molti altri infettati da una malattia peggiore della morte stessa. Ancora una volta, questo sparatutto horror in prima persona offrirà ai giocatori una delle migliori esperienze del genere, in cui non mancheranno orrore, caos e tensione costante. L’emozionante esperienza survival è stata ottimizzata per PlayStation 4, Xbox One e PC, sfruttando tutta la potenza dell’hardware di nuova generazione, per offrire ai giocatori un nuovo livello di orrore.

I giocatori potranno provare tutta l’angosciante atmosfera e gli elementi horror che hanno fatto di ZombiU un titolo davvero innovativo. Lo zaino sarà un elemento fondamentale per sopravvivere, in quanto contiene tutti gli strumenti, i kit di pronto soccorso, le mappe e molto altro. I giocatori dovranno inoltre affrontare una meccanica di gioco insolita, la morte permanente, che li porterà a vestire i panni di un nuovo superstite ogni volta che perderanno la vita. Per recuperare il loro vecchio zaino con tutto l’equipaggiamento che avevano faticosamente ottenuto saranno costretti a rintracciare il loro personaggio precedente, ormai diventato uno zombi. Varrà la pena rischiare tutto per recuperarlo, o converrà di più ricominciare da capo la ricerca?

Per maggiori informazioni su ZOMBI, visitare: www.zombigame.com.

Informazioni su Andrea R. 1984 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*