La musica di Fallout 4: come creare la perfetta atmosfera

La musica gioca un ruolo chiave nella serie Fallout. Perché? La musica permette alle persone di esprimersi. La musica contribuisce all’atmosfera di un’esperienza. La musica cattura lo spirito del tempo. In breve, la musica è un indicatore per il giocatore. Gli ricorda il quando e il dove.

Elementi molto importanti quando si esplora la Zona Contaminata, poiché Fallout 4 è un’esperienza carica di nostalgia, sia dei titoli precedenti sia di un mondo passato. Come quando vedi una vecchia auto o un computer gigantesco, ti attraversa una sensazione di meraviglia legata a ciò hanno rappresentato. In questi momenti, la musica riesce ad accendere una scintilla.
A volte si tratta di una nostalgia felice, ma sullo sfondo di una devastazione post-apocalittica può essere connotata da grande malinconia. In altri casi è una canzone triste sull’amore perduto, che può aiutare i giocatori a riflettere su ciò che hanno perso e, forse, su quello che sarebbe potuto diventare. In altri momenti ancora, la melodia è più scanzonata e popolare, perfetta per quando (nelle parole del video qui sotto) siete “pronti a spaccare il %#[email protected] a qualche $%*#%*”.

Ecco perché in Fallout 4 la musica è varia e coinvolgente, offrendo il triplo delle melodie presenti in Fallout 3. I brani, accuratamente selezionati, sono stati fondamentali nella creazione dell’identità di Fallout, con il quarto episodio contenente un’esperienza musicale che accompagna il gioco più ambizioso di Bethesda Game Studios.

Potete trovare uno splendido approfondimento su Bethesda.net a questo indirizzo

https://bethesda.net/#it/events/game/facing-the-music-in-fallout-4/2015/11/02/42

Informazioni su Andrea Raso (Andrea West) 2511 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*