Grandi emozioni per i partecipanti all’evento CoderDojo e Ubisoft presso lo IED di Milano

CoderDojo - Scratch 2

L’evento di sabato 10 novembre 2018, presso lo IED di Milano è stato un vero successo. In poche ore la prenotazione gratuita su Eventbrite ha dato il tutto esaurito, ma prima di tutto scopriamo insieme che cos’è CoderDojo.

CoderDojo, è un movimento globale di numerosi club di volontari che organizzano eventi gratuiti per avvicinare bambini e ragazzi alla programmazione con software open source.

Uno degli eventi è quello in collaborazione con Ubisoft e il videogioco Starlink: Battle for Atlas, presente ieri allo IED di Milano, dove bambini e ragazzi insieme ai loro genitori sono stati avvicinati alla programmazione tramite il software open source Scratch. Genitori e ragazzi hanno assistito ad una breve introduzione di Giacomo Cusano, mentor di CoderDojo Milano e docente allo IED dei corsi di grafica multimediale, che ha spiegato: “Programmare vuol dire tante cose, ma ciò che si insegna ai bambini non è solo programmare ma è quello di andare a creare qualcosa di nuovo che stimola la fantasia”. Successivamente Marta Alvari, Brand Manager di Ubisoft ha concluso: “Avvicinare i bambini alla programmazione è un nuovo modo di scoprire le basi di sviluppo dei videogiochi”.

 Giacomo Cusano, mentor di CoderDojo Milano e docente allo IED dei corsi di grafica multimediale

Dopo gli interventi i bambini sono stati portati in un’altra aula dove hanno iniziato il percorso verso la programmazione ad oggetti con il software open source Scratch. Il mentor di CoderDojo Milano, Giacomo Cusano, armato di tanta pazienza e assistito dal suo team di mentor, ha proseguito così la lezione insieme a bambini e ragazzi che sui loro PC hanno iniziato ad apprendere le basi della programmazione creando un vero e proprio videogioco basato su Starlink: Battle for Atlas. Durante l’evento hanno imparato a creare azioni per ogni tipo di oggetto (sprite), dalla navicella spaziale allo sparo al meteorite. Ad ogni sprite possono essere assegnate tramite uno script diverse azioni, sia premendo un tasto della tastiera, sia avviando il progetto (bandierina verde).

CoderDojo - Scratch 2

Continuando la lezione hanno scoperto l’utilizzo della fotocamera per cambiare arma alla propria navicella, scoprendo così la programmazione in realtà aumentata, assegnando i colori dei foglietti colorati che, passati davanti alla fotocamera, cambiavano costume della navicella e così anche la modalità di sparo agendo sui vari sprite.

Terminato il progetto, i genitori sono stati invitati a raggiungere i bambini per visionare il videogioco creato. La navicella sparava i meteoriti e in base al foglietto colorato che si avvicinava alla fotocamera del proprio PC si otteneva il cambio delle dotazioni di armi.

Per chi volesse vedere il progetto può accedere al sito di Scratch all’indirizzo https://scratch.mit.edu/projects/240357701/

CoderDojo - Scratch 4

I bambini a conclusione sono stati invitati a scrivere su un post-it le loro opinioni sul corso che avevano appena effettuato. Di certo è stata un’esperienza divertente ed emozionante per tutti i partecipanti.

L’evento ha divertito parecchio i bambini avvicinandoli ad un progetto che potrebbe essere tranquillamente inserito nelle scuole elementari aiutando il bambino ad apprendere dinamiche di collegamento e aumentando la fantasia e la logica.CoderDojo - Scratch

Vi ricordo che se volete partecipare insieme ai vostri bambini e ragazzi sul sito di CoderDojo Milano è presente il calendario di tutti gli eventi. (https://coderdojomilano.it/)

SI ringraziano Ubisoft MilanoCoderDojo Milano e IED Milano.

Informazioni su Andrea R. 2009 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*