Follow
Gamepare > Home > Nantucket > Nantucket – Recensione

Nantucket – Recensione

Alla ricerca di Moby Dick

Moby Dick di Melville è sicuramente uno dei romanzi di avventura più celebri di sempre. La caccia alla balena bianca del capitano Achab è stata anche trasposta in un indimenticabile film con protagonista Gregory  Peck. Nessuno però aveva pensato a una trasposizione videoludica di tali atmosfere fino ad oggi.
Un team di italiani, il Picaresque Studio è riuscito a ricreare queste atmosfere in uno strategico profondo e divertente. Vediamo assieme di cosa si tratta nel dettaglio.

Nantucket
Natucket è infatti l’isola del Massachussets da dove il Pequod di Achab salpò alla caccia della balena bianca. Vestiremo quindi i panni di Ishmael, ovvero l’unico naufrago sopravvissuto al disastro provocato da Moby Dick in mare aperto. Riprenderemo quindi l’oceano a caccia del leggendario mostro marino, in modo da porre fine una volta per tutte a questo mito senza tempo.

[perfectpullquote align=”full” bordertop=”false” cite=”” link=”” color=”#cc0000″ class=”” size=””]Dentro il gameplay[/perfectpullquote]

Gli elementi di gameplay sono molteplici e spaziano da una spiccata componente ruolistica con cui potremo far crescere Ishmael e compagni e quindi completare le varie missioni che potremo trovare in giro per i sette mari in ogni porto che toccheremo. Non dovremo dare solamente la caccia alle balene ma anche ad esempio trovare nuove aree pescose oppure svolgere missioni prettamente mercantili.
Potremo così guadagnare punti per  crescere e aumentare nei rami di crafting, scienza, caccia e navigazione.
Dovremo quindi pensare anche al benessere del nostro  equipaggio e a come ingrandire il nostro vascello e a renderlo resistente.
In base alle scelte che opereremo durante l’avventura alcuni tratti del nostro carattere potranno accentuarsi in maniera più o meno spiccata e questo comporterà naturalmente dei bonus e dei malus durante l’avventura.

Dovremo poi reclutare l’equipaggio nelle varie taverne e in base alla nostra reputazione potremo sempre scegliere gli elementi più o meno validi all’interno dei quattro rami a disposizione del gioco. A ognuno verrà affidato un compito specifico e quindi la scelta degli uomini a bordo è fondamentale per la buona riuscita delle nostre imprese.
Il sistema di combattimento è quello che esalta la componente ruolistica in maggior modo, con mosse da pianificare e lancio di dadi per determinare gli esiti degli scontri. È presente un buon equilibrio tra pianificazione, in base a chi schiereremo, e una componente di fortuna che non guasta mai. Le specificità dei personaggi ci consentiranno ad esempio lanci di dadi aggiuntivi o una pronta guarigione della ciurma malandata. Importante anche la cura degli approvvigionamenti a bordo, meccanismo inzialmente un po’ ostico ma che poi con la pratica diventa facile e pratico.

[perfectpullquote align=”full” bordertop=”false” cite=”” link=”” color=”#cc0000″ class=”” size=””]I tecnicismi[/perfectpullquote]

Dal punto di vista tecnico il gioco vede una grande cura, con scenari disegnati a mano, e un’interfaccia molto comoda in ogni momento.  Buono anche il comparto sonoro con tutta una gamma di rumori di vento estremamente realistica. Simpatici anche i canti della ciurma, a questo proposito.

Belle anche le sequenze animate che sbloccherete una volta terminata la storia principale.
Un titolo affascinante, ben realizzato e divertente, con un’ambientazione unica e mai battuta. Ottimo esordio per Picaresque Studio, orgoglio videoludico nazionale.

La recensione di Nantucket si basa su esperienza e sensazioni personali scaturite durante la prova prodotto.

Positivo
  • Ambientazione unica
  • Cura dei dettagli sia a livello tecnico che non
  • Gameplay vario
Negativo
  • Difficile all’inizio
  • Componente della sorte legata ai dadi nei combattimenti
9
Perfetto
Grafica - 9
Giocabilità - 9
Longevità - 9
Scritto da
Videogiocatore fin dalla più tenera età ha cominciato con le classiche 500 lire nei cabinati delle sale giochi per arrivare a possedere ogni tipo di macchina da gioco in circolazione, provenienti da tutto il mondo. Non disdegna provare nessun tipo di gioco, perfino il simulatore di sassi.

Dite la vostra!

0 0