Gabriel Knight: Sins of the Fathers 20th Anniversary Edition – Recensione

GabrielKnight-Gamepare

Gabriel Knight Sins of the Fathers è il primo capitolo della celebre trilogia, opera di Jane Jensen, sviluppata dalla software house Sierra Entertainment negli anni novanta.

Il protagonista dell’avventura è appunto Gabriel Knight, scrittore e gestore di un negozio di libri nella tranquilla città di New Orleans.

GabrielKnight-Gamepare

All’avvicinarsi della festa di festa di St. John’s Eve, un’ondata di strani omicidi connessi al culto vudù investe la sua città. Gabriel decide così di investigare su queste strane morti, nella speranza di trarne ispirazione per il suo nuovo libro.

Ben presto però Gabriel scoprirà che la sua famiglia ha avuto una tradizione come Schattenjäger, Cacciatori d’Ombre, e che una maledizione la perseguita da quando uno dei suoi antenati ha fallito nel compiere il suo dovere nella Charleston coloniale secoli prima.

GabrielKnight-Gamepare

Proprio per questa maledizione Gabriel si troverà coinvolto in modo diretto con gli omicidi vudù, e le sua decisioni porteranno la storia a due possibili conclusioni distinte.

Per quanto riguarda il gameplay, Gabriel Knight: Sins of the Fathers è formato da blocchi temporali, giorni, nei quali dovremo compiere un determinato numero di azioni che porteranno al successivo “capitolo” del gioco. Questo garantisce una certa linearità alla storia, condita con un restyling grafico in full HD, una colonna sonora rimasterizzata e una gran quantità di “dietro le quinte” dedicati allo sviluppo.

Per maggiori informazioni potete consultare il sito ufficiale del gioco Gabriel Knight Sins of the Fathers.

Informazioni su Matteo P. 62 Articoli
Appassionato di videogames di qualsiasi genere, sempre alla ricerca di nuovi titoli da provare. Ancora con il Super Nintendo collegato alla TV, pronto per una partita a Super Mario o Zelda.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*