L’isola Summerset è la nuova meta per Elder Scrolls Online.

Il mese scorso, Bethesda Softworks ha annunciato Summerset, il nuovo capitolo della pluripremiata saga di ZeniMax Online Studios, The Elder Scrolls Online (ESO). Oggi, è stato pubblicato un nuovo video di gioco per scoprire i misteri e le meraviglie di quest’isola.

Ecco l’anteprima della fantastica isola di Summerset:

https://youtu.be/-SysfB1rieY

In ESO: Summerset, i giocatori esploreranno le antiche terre degli alti elfi per la prima volta dal 1994, anno di pubblicazione di The Elder Scrolls: Arena, e scopriranno una nuova terra ricca di avventure emozionanti, ombre minacciose e ambienti incredibili nell’area più vasta di ESO fino a oggi. Con una nuova ed epica storia, nuove abilità, vecchi nemici e molto altro, ESO: Summerset è un’avventura imperdibile.

Per la prima volta nella storia, l’isola di Summerset viene aperta al mondo esterno su decreto della Regina Ayrenn. I nuovi arrivati esploreranno foreste lussureggianti, lagune tropicali e antiche grotte coralline in una zona ancora più vasta di Vvardenfell, territorio in cui era ambientato il capitolo dello scorso anno, Morrowind. Cerca il misterioso Ordine Psijic, una società segreta di maghi sull’isola di Artaeum, e apprendi nuove e potenti abilità. Gli avventurieri potranno scalare la cima più alta di Summerset e raggiungere Cloudrest per affrontare temibili nemici in una sfida per 12 giocatori.

The Elder Scrolls Online: Summerset arriva su PC/Mac il 21 maggio e su Xbox One e PlayStation 4 il 5 giugno.

Informazioni su Michele Michienzi (Sig Mike) 60 Articoli
Michele inizia a giocare grazie al NES. Nel tempo ha potuto maturare una buona conoscenza videoludica che spazia in molti ambiti, merito della varietà di titoli giocati. Appassionato principalmente di Action e Picchiaduro è cresciuto con numerosi platform e gdr a fargli compagnia. Fa parte da qualche anno della comunity competitiva italiana di Super Smash Bros.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*