Aces of the Luftwaffe: Squadron – Recensione

Aces of the Luftwaffe Squadron - Recensione

Aces of the Luftwaffe – Squadron è un shoot’em up  a scorrimento verticale sviluppato da Handy Games, uscito il 24 Luglio 2018.

Introduzione

Al termine della Seconda Guerra Mondiale la pace sembra finalmente riconquistata, ma all’improvviso un gruppo nazista segreto chiamato the Aces of the Luftwaffe sferra un contrattacco iniziando un’invasione su larga scala degli Stati Uniti! Sarà compito nostro e dei nostri gregari respingere l’attacco combattendo le mostruosità aeree nemiche a colpi di proiettili  e battaglie aeree.

Gameplay 

Il gameplay di questo Aces of the Luftwaffe – Squadron è molto classico e non presenta grandi innovazioni o stravolgimenti del genere ma nonostante questo risulta comunque godibile e anche abbastanza longevo.

Teoricamente, il titolo rispetta tutte le aspettative che un giocatore si aspetterebbe dal genere, con numerosi nemici a schermo e un elevato numero di proiettili da schivare. La presenza di power-up come ricompensa per i nostri abbattimenti aumenteranno inoltre la nostra capacità di fuoco portandoci da semplici proiettili fino a laser estremamente distruttivi. Inoltre, ancora più frequenti saranno le medaglie al valore rilasciate dai nemici che serviranno per aumentare il nostro punteggio.

Tuttavia confrontandolo direttamente con shoot ‘em up di alto livello, come la saga di Ikaruga, si percepisce una mancanza di complessità e non richiede neppure movimenti troppo precisi  o la capacità di riconoscere immediatamente gli schemi di attacco degli avversari.  Al contrario, spesso il fuoco nemico è fin troppo lento ed estremamente semplice da schivare. Questa semplicità viene compensata dai danni dei boss a volte eccessivamente alti, che a volte saranno in grado di   eliminarci anche con un singolo colpo.

Aces of the Luftwaffe Squadron - Screen 2

L’intera campagna, della durata di 5 ore circa, potrà essere affrontata singolarmente o in compagnia fino a 4 giocatori. I piloti a disposizione si differenziano tra loro per  abilità attive e passive uniche e anche per malus che si attiveranno in determinati momenti della campagna. Il Leader Taylor sarà colpito da attacchi di una misteriosa malattia, che obbligherà il giocatore a muoversi il meno possibile onde evitare di subire danni. L’artigliere John King, entrerà in stati di furia e si lancerà in attacchi spericolati. Lo specialista Steve Davis  è soggetto ad attacchi di narcolessia che obbligano il gruppo a difenderlo  dagli attacchi nemici. Il malus di Melissa Monoe, la meccanica del gruppo, invece è meno invadente: soffre i frequenti cambi di altitudine e spesso scomparirà per una pausa lasciandoti però senza supporto.

La gioco è strutturato da cinque livelli suddivisi a loro volta in missioni che culminano ognuno in una battaglia contro una delle macchine volanti degli Assi nazisti. Ogni missione inoltre avrà al suo interno uno o più obiettivi bonus, come l’eliminazione di particolari obiettivi o il salvataggio di soldati alleati intrappolati. Portare a termine queste missioni ci darà gettoni extra con i quali potremo acquistare i molti potenziamenti dei piloti tra una missione e l’altra. Purtroppo, anche in questo caso, sarai anche in grado di impostare le abilità che i tuoi compagni di squadra attiveranno automaticamente quando giochi da ma la scarsa intelligenza artificiale dei tuoi gregari non rendere consigliabile potenziare i tuoi alleati.

Infine il DLC Nebelgeschwader, incluso nella Extended Edition, raddoppia la longevità del titolo, proponendo una storia parallela in cui giocheremo nei panni di uno squadrone di piloti tedeschi, con nuove abilità e nuove caratteristiche.

Aces of the Luftwaffe Squadron - Screen 3

Grafica e Audio

Visivamente molto colorato e ricco di elementi a schermo questo Aces of the Luftwaffe – Squadron non brilla però né per la qualità né per la resa. Sebbene i proiettili nemici siano sempre ben visibili non sempre sarà chiaro dove iniziano e dove finiscono le hitbox del nostro veivolo e la poca differenziazione tra gli aerei alleati potrebbe portare facilmente a confondersi durante le sessioni in compagnia.

La animazioni minime,  gli sfondi spesso fin troppo indistinti e disegni dei personaggi nelle vignette durante le fasi narrative sono al di sotto della sufficienza. E il cast dei piloti e relativi nemici, seppur completamente doppiato, è anche soggetto ad una delle peggiori recitazioni ascoltate negli ultimi anni, con una scrittura frettolosa, battute sterili e accenti troppo marcati.

In sostanza, sembra un po’ tutto troppo economico e fatto di fretta, anche se sicuramente non così tanto da pregiudicare la qualità complessiva del titolo.

Conclusione

Considerando le origini mobile del titolo, questo porting è sicuramente uno dei migliori che abbia mai visto. Non convincerà del tutto i giocatori hardcore del genere ma porta sicuramente una decina di ore di divertimento ai giocatori meno esigenti.

Aces of the Luftwaffe: Squadron
6.3 / 10 Recensione
Gameplay7
Grafica5
Longevità7
Pro
  • Giocabile in compagnia
  • Struttura delle missioni divertente
  • Contro
  • Picchi di difficoltà sul finale
  • Doppiaggio terribile
  • Informazioni su Daniele Bolis (Bollazza) 19 Articoli
    Videogiocatore da sempre, critico forse da molto prima. Predilige prevalentemente indie e progetti originali. Tra i suoi generi preferiti platform, metroidvania e punta&clicca.

    Commenta per primo

    Lascia un commento

    L'indirizzo email non sarà pubblicato.


    *