Wavedash Games presenta ICONS: Combat Arena

Lo studio indipendente Wavedash Games è nato circa un paio di anni fa, da parte di coloro che lavorarono a Project M, la mod di Super Smash Bros. Brawl che ha riscontrato il maggior successo.
Dopo anni di crescita, il progetto è stato chiuso, in parte per la natura estremamente limitata dell’essere una mod e di conseguenza vincolata alla volontà di Nintendo, vera proprietaria della IP Super Smash Bros.

Ma come già detto, la fine di Project M è stata colta come un occasione, una rampa di lancio per sfruttare l’esperienza accumulata e creare qualcosa di nuovo, un platform fighter che ricalcasse le meccaniche di Super Smash Brothers Melee, ma che avesse un occhio di riguardo verso la comunity competitiva e i vantaggi di essere sviluppato in tempi più moderni, come netplay e patch di bilanciamento. Il tutto senza dover limitare il proprio pubblico ad una singola console, ma potendo puntare al grande mercato PC.

In questi anni di sviluppo il team è rimasto a stretto contatto con il pubblico di appassionati, non solo grazie ai social che hanno potuto raggiungere tutto il mondo, ma anche ai grandi eventi, dove il gioco è stato più volte mostrato a porte chiuse.
I primi a poterci mettere le mani sopra sono stati giocatori esperti dei platform fighter, i giocatori che già in passato sono stati ai vertici della scena, per poi venir mostrato ad un numero sempre crescente di persone.

Ma nonostante tutto questo, del gioco in azione non si era ancora visto nulla, fino a ieri! E’ infatti comparso il sito ufficiale del gioco a cui Wavedash Games sta lavorando, rivelando non solo quello che sarebbe stato il titolo, ovvero ICONS: Combat Arena, ma anche che proprio durante l’EVO 2017 che si è tenuto proprio il week end appena trascorso, avremmo finalmente potuto vedere i primi stralci di gameplay!

La promessa è stata rispettata ed ora il video in questione è sotto gli occhi di tutti, sul canale Youtube dal quale lo studio ci ha portato numerosi Devlog durante il periodo di sviluppo.
La reazione generale è stata variegata, molti sembrano essere scoraggiati per molteplici ragioni da questo breve trailer, altri e soprattutto chi ha messo le mani sul gioco sembrano sempre più entusiasti. Quel che è certo è che lo studio non chiuderà i filtri davanti a tutto questo e come in passato coglierà l’occasione e le critiche per migliorare il proprio lavoro (mentre scrivo sappiamo già essere previsto un Ask Me Anithing con gli sviluppatori, che dovrebbe tenersi attorno alla mezzanotte odierna).

E in effetti se una cosa è chiara è che di migliorie ce n’è un grande bisogno. Le animazioni e gli effetti sonori soprattutto sono le note dolenti, almeno al momento, del progetto. Ricordiamo però che si tratta di estratti dalla pre-alfa di un team che conta circa una ventina di persone.
Se comunque l’aspetto visivo non è dei migliori, analizzando il gameplay si nota come l’attenzione sia stata rivolta soprattutto alla giocabilità, che ad un occhio esperto appare già comprendere numerosi aspetti essenziali per il genere in questione.

I personaggi pur avendo un design originale e che personalmente trovo molto piacevole, si rifanno molto ad alcuni movest iconici di Melee stesso, questo aiuta a valorizzare l’intenzione di creare una sorta di seguito spirituale per un gioco dal quale Nintendo è ormai lontana in quanto a meccaniche di gioco.

Trovo la scelta azzeccata e accattivante, nonché un ottimo modo per far sentire subito a casa chi in questi 15 anni non ha mai smesso di amare il best seller della cara vecchia GameCube.

E’ sicuramente troppo presto per tirare le somme e decidere se questo sarà il prossimo Smash Bros o niente più che un clone, ma in tal proposito Wavedash Games ancora viene incontro alle numerose necessità dei videogiocatori e permette già da ora di potersi pre-iscrivere alla open beta che si terrà questo autunno. Iscrivendosi ora avrete un piccolo regalo di benvenuto, ovvero una skin aggiuntiva per Kidd, un cacciatore di taglie dalla forma caprina.

Date esatte per l’inizio della beta e per il lancio del gioco al momento non ne abbiamo, ma sappiamo che è stato sviluppato utilizzando Unity e con un occhio di riguardo per le macchine meno performanti, questo sempre nell’ottica di dare a più persone possibili la possibilità di giocare.
Il gioco sarà inoltre Free to Play, con un modello di mercato che, a detta degli sviluppatori, prenderà come riferimento quello molto riuscito di League of Legends, virando quindi lontano dal poter essere più performanti in gioco grazie al proprio portafoglio, uno dei motti del team è infatti: “Play to win, not pay to win”, molto rassicurante e con il quale mi trovo in accordo.

Di seguito lascio i link del sito ufficiale, dal quale potete iscrivervi alla beta di ICONS: Battle Arena

 

Informazioni su Michele Michienzi (Sig Mike) 62 Articoli
Michele inizia a giocare grazie al NES. Nel tempo ha potuto maturare una buona conoscenza videoludica che spazia in molti ambiti, merito della varietà di titoli giocati. Appassionato principalmente di Action e Picchiaduro è cresciuto con numerosi platform e gdr a fargli compagnia. Fa parte da qualche anno della comunity competitiva italiana di Super Smash Bros.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*