Ubisoft annuncia che l’Open Beta di For Honor sarà disponibile per tutti

For Honor Screen

Ubisoft annuncia che l’Open Beta di For Honor sarà disponibile per tutti i giocatori del 9 al 12 Febbraio 2017 su console e PC. Prima di poter continuare la Guerra delle Fazioni e giocare all’Open Beta, Ubisoft inviterà alcuni dei più feroci guerrieri, tra cui Lauren Cohan, Jason Momoa, Alfie Allen e Demetrious Johnson, e alcuni dei più famosi streamer di Twitch a sguainare le proprie spade su For Honor, martedì 7 Febbraio 2017 alle 23.00 durante una live stream. I guerrieri si sfideranno in modalità Eliminazione e la competizione sarà trasmessa sul canale Twitch di For Honor https://www.twitch.tv/forhonorgame.

I giocatori possono continuare ad affinare le proprie abilità sul campo di battaglia partecipando alla Open Beta di For Honor, disponibile dal 9 al 12 Febbraio 2017. Questa versione beta includerà la nuova modalità Eliminazione, un round alla meglio di cinque, quattro contro quattro senza respawn. La modalità Eliminazione si unisce alle altre modalità che saranno disponibili nella Open Beta, tra cui Dominio, Rissa e Duello, e nove eroi giocabili. Al momento dell’uscita, For Honor offrirà la possibilità di scegliere tra dodici eroi giocabili e cinque diverse modalità multiplayer.

La Guerra delle Fazioni continuerà nella Open Beta dando a più giocatori la possibilità di combattere per una delle tre fazioni – Cavalieri, Samurai e Vichinghi. Dopo la Closed Beta, i Vichinghi hanno governato la guerra delle Fazioni, che tiene conto delle prestazioni dei giocatori in tutte e tre le piattaforme. Anche se i Vichinghi sono attualmente in testa, Samurai e Cavalieri hanno la possibilità di portare la loro fazione alla vittoria durante l’Open Beta e guadagnare ricompense per l’uscita di For Honor il 14 febbraio 2017.

Ecco l’Open Beta Trailer di For Honor:

Informazioni su Andrea R. 1983 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*