Follow
Gamepare > Home > Recensioni > Super Mario Party – Recensione

Super Mario Party – Recensione

La serie Mario Party ha sempre dato alle console Nintendo la vera esperienza di cooperazione e competizione locale. Fin dagli esordi su Nintendo 64, è riuscita a divertire grandi e piccini.

Tutte le console Nintendo hanno avuto uno o più Mario Party, comprese le console portatili come Gameboy Advance, Nintendo DS e Nintendo3DS.

In questa occasione ci occupiamo di Super Mario Party per Nintendo Switch. Questa console però ha una caratteristica in più: quella di essere sia portabile che console casalinga, e questo ha dato a Super Mario Party l’opportunità di divertire i giocatori sia all’aperto che in casa.

Scopriamo quindi insieme le potenzialità di questo gioco in questa recensione. Super Mario Party è il sedicesimo gioco della serie, in cui potremo trovare 80 minigiochi con cui sfidare gli amici.

Il gioco inizia con una discussione tra Mario e gli altri personaggi su chi deve diventare la Super Star, ma ad un certo punto anche Bowser e i suoi scagnozzi si intromettono comunicando agli altri che anche loro vorrebbero diventare Super Star, quindi, dopo aver scelto i giudici di gara Toad, Toadette e Kamek, decidono di accaparrarsi il titolo sfidandosi con dei minigiochi.

Da questo punto in poi si navigherà interamente nella Piazza Party, dove un menu in puro stile games ci farà selezionare la modalità che ci interessa di più. In questa Piazza Party ci verrà assegnato il Party Pad, un tablet con cui sarà possibile navigare nella mappa e visionare tutti gli obiettivi ancora da raggiungere.

super-mario-party-02

A questo punto ogni giocatore armato del proprio Joy-Con potrà gareggiare e sfidare il proprio avversario fino a 4 giocatori sulla stessa console, ma in questa versione è possibile giocare anche con 2 console era ddoppiare il divertimento. Per giocare in quest’ultima modalità servirà una copia del gioco su ogni console.

Passiamo però ora alle modalità che possiamo giocare fin da subito: la prima modalità, forse la più classica, è proprio Mario Party, nella quale, scegliendo uno dei tabelloni a tema tra cui Rovine Domino di Womp, Polverieradi Re Bob-omba, Arcipelago Megafrutta e Ammalia-torre di Kamek, dovremo tirare i dadi e, percorrendo il gioco da tavolo, dovremo recuperare il maggior numero di stelle. Tutto questo stando attenti a quello che succederà su tabellone e ai mini giochi in cui ci imbatteremo, che potranno sottrarci preziose stelle oppure assegnarcele.

Sempre sul tabellone troveremo le monete in puro stile Mario che ci permetteranno di acquistare stelle, scommettere sulle sfide oppure daranno accesso ad altri aiuti.

Super Mario Party Screen 5

La modalità Mario Party è giocabile sia in competizione con gli altri giocatori sia in squadra, opzione in cui i dadi verranno sommati a quello del compagno di squadra. Quest’ultima modalità è chiamata Partner Party.

Sala dei giocattoli: in questa modalità dobbiamo essere in possesso di un’altra console Nintendo Switch e di un’altra copia del gioco. Qui sarà possibile sfidare i nostri avversari a Banane split, gioco in cui il nostro compito sarà quello di formare l’immagine corretta sulle due console.

Possiamo anche sfidarci ai fantastici carri armati che erano presenti già in Mario Party 10, grazie al gioco chiamato Mine vanganti Deluxe che è possibile giocare sia con una sola console che in accoppiata con un’altra Nintendo Switch, con un campo di gioco molto più grande nella seconda opzione. Ci sono poi altri giochi nella sala dei giocattoli come Blocchi Puzzle e Mini Baseball.

 

Passando invece agli 80 mini-giochi proposti durante le sfide e le modalità di gioco, sono tutti abbastanza vari. Alcuni di essi sono ripresi dai precedenti Mario Party, ma comunque tutti rivisitati per usare a meglio il Joy-Con.

Seppur alcuni giochi sono già visti il divertimento non mancherà di certo, soprattutto passando le serate tra amici tra una sfida e l’altra.

Una novità apprezzatissima è la possibilità di addestrarsi al mini gioco direttamente nella schermata delle istruzioni, mentre nei precedenti capitoli c’era la modalità addestramento, completamente separata. Questo riduce la necessità di leggere completamente le istruzioni del mini gioco per provarlo invece subito sul campo, dando la possibilità di addestrarsi senza distrazioni.

Super Mario Party Screen 8

Quando tutti i giocatori sono pronti, potranno segnalarlo semplicemente premendo i tasti superiori del Joy-Con. A questo punto partirà la competizione vera e propria e nessuno potrà dire “non avevo capito”!

Un’altra modalità inserita in Super Mario Party è Acque Selvagge in cui il nostro compito insieme a quello degli altri compagni di squadra è fare rafting lungo le rapide del fiume stando attenti a mega pesci ed ostacoli, il tutto utilizzando il Joy-Con come un remo. L’obiettivo è quello di arrivare a destinazione prima dello scadere del tempo, quindi in questa sfida è necessaria la massima collaborazione di tutti i giocatori. Un ottimo gioco di team building!

Palco del Ritmo invece è una modalità molto simile alla danza ritmata, dove grazie alla base musicale dovremmo sfidarci ai mini giochi a ritmo e a tempo di musica. Vince chi ha mantenuto meglio il ritmo accumulando quindi più punti.

La modalità Strada delle sfide è l’unica ad essere giocata in giocatore singolo. Qui percorreremo una strada attraverso una mappa e l’obiettivo è quello di completare tutti i mini giochi sul percorso. Si tratta di una modalità impegnativa che vi regalerà divertimento anche in single player.

super-mario-party-01

 

La novità più grande e gradita però è quella online: da oggi infatti sarà possibile giocare a Super Mario Party con i giocatori di tutto il mondo attraverso la modalità Minigiocathlon. Quest’ultimo gameplay può essere giocato anche in multiplayer locale, ma se utilizzato online possiamo interagire vocalmente con gli altri giocatori utilizzando l’applicazione Nintendo Switch Online. L’obiettivo di questa modalità è quella di giocare ai mini giochi accumulando più punti possibile ed arrivare primo, vincendo così le coppe oro, argento e bronzo.

Ricordiamo a tutti che per giocare online è necessario l’abbonamento Nintendo Switch Online sulla propria console.

In tutte queste sfide accumuleremo punti sul nostro amato Party Pad, che sarà disponibile alla consultazione in qualsiasi momento del gioco. Questi punti serviranno a raggiungere gli obiettivi di Super Mario Party e completare il gioco.

In conclusione Super Mario Party è il videogioco che mancava alla console Nintendo Switch, in cui sfruttare i Joy-Con e giocare in locale con gli amici è essenziale per il divertimento. Un’uscita che darà alla console ancora più divertimento in compagnia e serate di essenziale divertimento.


La recensione di Super Mario Party si basa su esperienza e sensazioni personali scaturite durante la prova prodotto.

Positivo
  • Aggiunta la modalità online
  • Modalità addestramento integrata
  • Ottimi minigiochi
Negativo
  • Qualche intramezzo video non guastava
8.3
Grande
Gameplay - 8
Grafica - 8
Longevità - 9
Scritto da
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Dite la vostra!

1 0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e gli attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>