Yu-Gi-Oh! Legacy of the Duelist: Link Evolution uscirà in esclusiva per Nintendo Switch

Yu-Gi-Oh Legacy of the Duelist Link Evolution

Konami Digital Entertainment, B.V. ha annunciato oggi che  uscirà il 20 agosto. Il gioco, una esclusiva Nintendo Switch, permetterà ai Duellanti di affrontare oltre 20 anni di storie di Yu-Gi-Oh! della serie animata originale attraverso Yu-Gi-Oh! ARC-V e sfidare le nuove generazioni di Duellanti del mondo virtuale di Yu-Gi-Oh! VRAINS.

Da oggi i Duellanti potranno prenotare le versioni retail e digitale di Yu-Gi-Oh! Legacy of the Duelist: Link Evolution. La versione fisica conterrà tre nuove card di Yu-Gi-Oh! GIOCO DI CARTE COLLEZIONABILI. Si potrà trovare il Mostro Link, Progleone, insieme al Mostro Cyberso Micro Codificatore e la Carta Magia Cynet Codec! I Duellanti potranno anche visitare il Nintendo eShop per prenotare la versione digitale di Yu-Gi-Oh! Legacy of the Duelist: Link Evolution ed essere pronti a Duellare il 20 di agosto.

Utilizzando più di 9,000 card, il più grande numero di carte mai incluso in un videogioco di Yu-Gi-Oh! TGC, i Duellanti potranno creare e personalizzare i propri deck per sfidare gli altri giocatori via wireless in locale e online attraverso Nintendo Switch Online.

La serie di Yu-Gi-Oh! è basata sul manga Yu-Gi-Oh! (ideato da Kazuki Takahashi), che è stato pubblicato in serie sulla rivista Weekly Shonen Jump di SHUEISHA Inc. a partire dal 1996, ed è ora alla sesta generazione della serie animata “Yu-Gi-Oh!” (in onda sui canali affiliati a TV Tokyo). KONAMI ha rilasciato il primo gioco su console nel 1998 e la serie, compreso il gioco di carte collezionabili, conta ancora numerosissimi appassionati in tutto il mondo. KONAMI continua a sviluppare e distribuire una vasta gamma di contenuti basati su Yu-Gi-Oh! per intrattenere e divertire i propri utenti in ogni parte del mondo

Informazioni su Andrea Raso (Andrea West) 2522 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*