Videogiochi sportivi – Tanto amati quanto discriminati

Videogiochi sportivi

Nonostante sono molto amati, discutendo su alcuni forum ho notato come i videogiochi sportivi siano ancora considerati da molti come la pecora nera del settore video ludico, infatti è stata numerosa l’utenza che ha affermato di snobbare tutti i videogames del genere sportivo. Si dice il mondo è bello perché è vario ma se siete interessati all’argomento o soprattutto fate parte di coloro che disprezzano a prescindere questo genere, vi consiglio di leggere attentamente questo articolo perché con un semplice ragionamento proverò a farvi cambiare idea, e proprio come lo scorso articolo sulla questione “casual gamers” anche questa volta andrò ad approcciarmi all’argomento nel modo più diretto e concreto possibile.

Premetto che apprezzo i videogiocatori che non amano globalmente lo sport e quindi evitano anche quello simulato dietro uno schermo, ma non condivido coloro che rinunciano a priori alla partita a Fifa o NBA con gli amici perché ritengono si possa fare la stessa cosa al campetto sotto casa, francamente penso che approcciarsi in un certo modo ai vari simulatori sportivi può donarci esperienze molto interessanti come gestire società sportive sia sul fronte finanziario che sul fronte tecnico-tattico di ogni pre-match e nel corso di ogni singola partita ma non solo, i videogames sportivi grazie alle innumerevoli interazioni storiche presenti, riescono ad acculturare i ragazzi in un modo leggero e mai banale, inoltre grazie ai titoli sportivi possiamo accontentare anche tutti coloro che vogliono assaggiare un po’ di sport estremo ma che allo stesso tempo non vogliono vendere cara la pelle e poi sembrerà banale ma spesso dimentichiamo che grazie a questo genere possiamo sognare di diventare i nuovi Rossi, i nuovi Hamilton. Insomma svariate attività che non possiamo riprodurre così facilmente nella vita reale.

E voi cosa ne pensate dei Videogiochi sportivi? Fatemi sapere sotto nei commenti. Al prossimo articolo su Radical Chic Gaming.

Informazioni su Antonio Feole 15 Articoli
Arruolato nell'armata del mondo videoludico ormai da 14 anni, diplomato come perito tecnico informatico e ricco di passioni, con i miei articoli proporrò un modo diverso di approfondire il gaming.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*