Two Point Studios lancia un nuovo DLC per Two Point Hospital

Two Point Hospital - Bigfoot

SEGA e Two Point Studios sono liete di annunciare il lancio di DLC “Two Point Hospital – Bigfoot”, disponibile da oggi al prezzo di 8,99 €. Diamo la linea a Trent Derby, presentatore di Two Point County News Network, per scoprire tutto ciò che c’è da sapere nell’ultimo trailer:

Nel DLC Two Point Hospital – Bigfoot ti aspetta una vasta gamma di nuove sfide amministrative ambientate nella nuova regione della Contea di Two Point, Montagne Puntute, dove troverai tre nuovi ospedali, altrettante nuove sale per il trattamento delle malattie, una raccolta di elementi di decorazione e arredamento a tema invernale, 34 patologie specifiche della regione (tra cui 9 malattie “visibili”), oltre che nuove sfide, funzioni e, soprattutto, un nuovo VIP molto peloso…

La celebr-yeti locale Bartholomew F. Yeti, altrimenti conosciuto come palla di pelo solitaria, ha avanzato una petizione per migliorare la sanità in Montagne Puntute, terra d’origine delle persone più frequentemente dimenticate della Contea di Two Point. Mr. Yeti ha bisogno del tuo aiuto per curare le nuove malattie come gli arti di ghiaccio, la bardanza e il morbo di Rousseau nei tre ospedali di Montagne Puntute. La prima struttura sanitaria è sita nell’Underlook Hotel, una stazione sciistica che conta più cause legali che ospiti; un altro ospedale è quello dell’isolato e dilapidato Istituto di Ricerca Swelbard; infine, c’è la possibilità di trasformare gli alloggi magniloquenti di una famiglia aristocratica in un ospedale per la comunità di Roquefort Castle.

In Two Point Hospital, gli amministratori in erba devono essere creativi e dimostrare la propria capacità di costruire, offrire cure e migliorare anche nelle circostanze più difficili e strane. Progetta i tuoi ospedali, ricerca cure per malattie insolite, gestisci e forma il personale spesso stravagante e cerca di avere la meglio nella feroce competizione delle strutture sanitarie nella Contea di Two Point.

Informazioni su Andrea R. 1984 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*