Tribal Wars 2 presenta la feature Tribe Skills

Lo sviluppatore di giochi online InnoGames introduce la nuova feature Tribe Skills all’interno dello strategico cross-platform Tribal Wars 2. D’ora in avanti i giocatori potranno rafforzare le proprie abilità tribù e sbloccarne di nuove donando risorse come ad esempio ferro, legno e argilla. InnoGames ha rilasciato un video che descrive la nuova funzionalità. Tribal Wars 2 è il successore del leggendario browser game Tribal Wars, che vanta 55 milioni di utenti registrati su scala mondiale.

Attraverso la donazione delle proprie risorse i giocatori raccolgono punti esperienza per la tribù che, a sua volta, incrementa il livello di potenza.  Se una tribù ha abbastanza potere avanzerà di livello e raccoglierà punti abilità che potranno essere spesi per sbloccare abilità tribù quali: bonus di attacco, vantaggi con mura difensive, accelerazioni di unità di reclutamento. Tribe Skills consente inoltre ai leader particolarmente attivi e impegnati di utilizzare svariate tattiche e fornisce un vantaggio strategico sugli avversari di simili dimensioni. La funzione è disponibile per  tutti i mondi esistenti.

In Tribal Wars 2 i giocatori si trovano alla guida di un piccolo villaggio in piena epoca medioevale. Con il compito di crescere ed espandere il loro impero in un paesaggio devastato dalla guerra, essi devono lottare per sopravvivere. L’MMO ruota attorno a battaglie strategiche in tempo reale con, e contro, altri giocatori.

Con circa 150 milioni di giocatori registrati, InnoGames è uno dei principali sviluppatori e fornitori di giochi online in tutto il mondo. L’azienda, con sede ad Amburgo, impiega oltre 350 professionisti provenienti da 25 nazioni diverse. InnoGames deve il proprio successo a giochi quali Tribal WarsGrepolis e Forge of Empires.

Informazioni su Andrea Raso (Andrea West) 2489 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*