Total War: Rome Remastered – Recensione

Total War Rome Remastered - Recensione

Total War: Rome, uno dei classici strategici più belli di sempre, ritorna in questa edizione nuova di zecca con tante nuove features che avvicinano il gioco anche a chi non è particolarmente avvezzo a questo tipo di titoli.
Distribuito da Sega, Total war è uno dei franchise strategici più importanti e prestigiosi di sempre, con una tradizione lunga quasi venti anni. Il primo capitolo era dedicato al Giappone di era feudale e immediatamente riscosse un enorme successo sia di critica ma soprattutto di pubblico. Si passò poi al Medioevo europeo per il secondo capitolo, anche se la formula risultò essere un po’ macchinosa rispetto al primo capitolo e quindi non raccolse il medesimo consenso, ha tuttavia gettato le basi per il titolo del brand più famoso di sempre: Rome, appunto.

Fascino invariato anche dopo diciassette anni

L’originale Total War: Rome, uscito nel lontano 2004, impressionò soprattutto per i passi da gigante fatti a livello di engine grafico che lasciò tutti stupefatti. Il gioco poi sia nelle fasi a turni, per così dire, che nei momenti in tempo reale si espandeva a dismisura con degli scenari alternativi che sono poi scaturiti in ben due DLCBarbarian Invasion aveva come setting la fine dell’impero, mentre Alexander era incentrato su Alessandro Magno e le truppe Macedoni.
Sega ha quindi deciso di riportare in auge questo classico che ad oggi ha raggiunto anche i lidi mobile e che per molti è addirittura superiore al suo seguito Rome II. Il gioco quindi è approdato su Steam in questa nuova veste rivista e corretta a un prezzo budget che gode di un ulteriore sconto nel caso in cui si è possessori del gioco originale.

Total War Rome Remastered - Screenshot2 - Recensione

Non è una semplice operazione commerciale

Importante mettere in evidenza come fin dalle prime battute appare chiaro che questa remastered non sia una semplice operazione commerciale, ma una vera e propria profonda riedizione che si adatta alle dinamiche videoludiche moderne a livello di gameplay così come a livello di molti hardware moderni. Feral Interactive ha lavorato proprio su questo concetto di svecchiamento su tutti i fronti e il risultato è molto godibile. Il gioco infatti è stato ottimizzato per il 4k e gli schermi ultra wide, con una risoluzione ultra HD nativa.  Va da sé che il comparto grafico è stato quindi totalmente rivisto sia nelle fasi di calma che nei momenti più concitati dell’azione. Tutto è stato rimodellato, dalle mappe, agli oggetti, alle truppe sul campo di battaglia, fino alle intemperie. Anche la mappa del mondo è più viva rispetto al passato.
In battaglia, come dicevamo, le truppe sono state completamente riviste e rimodellate anch’esse con un senso di tridimensionalità che prima mancava completamente e in generale il sistema di illuminazione conferisce grande realismo all’azione. In ogni caso ognuno potrà agire sui settaggi grafici come meglio crede e trovare la propria configurazione ideale.

Total War Rome Remastered - Screenshot3 - Recensione

Cambiamenti anche in battaglia

I miglioramenti sono evidenti non solo a livello estetico ma anche e soprattutto a livello di gameplay. Il tutto è stato reso più semplice e immediato rispetto al passato, con un’interfaccia utente finalmente facile da utilizzare e in grado di tenerci aggiornati su tutte le funzioni e le opzioni in un attimo, anche scorciatoie ridisegnate e i percorsi dei comandi rivisti contribuiscono a questo risultato.
Buona anche la visuale resa più flessibile, i miglioramenti coinvolgono anche quella tattica che ora è più a misura di utente. Il tutto quindi è molto più lineare e meno caotico, anche con le sedici nuove fazioni coinvolte prima bloccate che fanno lievitare il numero a trentotto totali. A questo si aggiunge anche la figura del mercante che quindi ci consentirà di poter gestire al meglio anche l’aspetto commerciale del gioco, come le spie e i diplomatici che potremo mandare in tutto il mondo conosciuto in modo da sviluppare nuove alleanze, creare rotte commerciali e rabbonire le popolazioni più riottose.

Total War Rome Remastered - Screenshot4 - Recensione

In aggiunta a tutto questo, oltre alle tre campagne principali del gioco primario e delle due espansioni, potremo usufruire anche delle avventure in single player, come le battaglie storiche e gli scontri rapidi e personalizzati.  Presente anche il multiplayer in cross platform sia su Pc che su Mac e Linux. Il gioco supporta anche la possibilità di attivare le mod in modo da avere un gioco tutto nuovo!

Uno degli strategici più amati di sempre ritorna in forma smagliante e vista la mole di contenuti vale sicuramente un’altra partita. Feral Interactive ha traghettato con successo un classico del passato nella modernità.

Total War: Rome Remastered
8.7 / 10 Recensione
Gameplay8.5
Grafica9
Longevità8.5
Pro
  • Ottimizzato graficamente al meglio
  • Buone anche le implementazioni a livello di gameplay che semplificano la vita
  • Una montagna di contenuti
Contro
  • Alcuni testi non si leggono nei box perché troppo piccoli
Informazioni su Stefano Mario 639 Articoli
Videogiocatore fin dalla più tenera età ha cominciato con le classiche 500 lire nei cabinati delle sale giochi per arrivare a possedere ogni tipo di macchina da gioco in circolazione, provenienti da tutto il mondo. Non disdegna provare nessun tipo di gioco, perfino il simulatore di sassi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*