Titoli che meritano più risalto presentati ai The Game Awards 2021

E rieccoci qui all’ormai consueto riepilogo post evento videoludico. Come al solito, premessa: se cercate notizie su titoli già da tempo attesi o nomi altisonanti siete nel posto sbagliato. Non è quello che mi interessa e non è quello che intendo mettere sotto i riflettori più di quanto già non siano. Bene diamo risalto ad alcuni dei titoli meno blasonati ma non per questo meno importanti o meno meritevoli di nota.

Vi avevo già parlato di Tunic, action adventure in isometrico ispirato ai The Legend of Zelda classici con uno stile cartoonesco molto colorato e allegro. Finalmente abbiamo una data d’uscita: 16 marzo 2022. Non ci rimane altro che aspettare ancora qualche mese quindi per poter mettere le mani su questo titolo che personalmente attendo con ansia e che sono sicuro riuscirà a darci ore di divertimento.

Evil West, sviluppato da Flying Wild Hog (Shadow Warrior) e pubblicato da Focus Home Interactive, questo horror action in terza persona mostra tutta la sua ironia e la sua sfacciataggine nel nuovo gameplay trailer. Alle notizie già in nostro possesso si aggiunge la presenza di una modalità cooperativa che sembra essere ben integrata nella narrazione. Demoni e Far West, una combinazione non scontata e che potrebbe regalare sorprese.

Have a Nice Death, action 2d frenetico e con uno stile grafico unico. Questa volta saremo noi ad impersonare la morte e sarà nostro compito rimettere in riga i nostri dipendenti che con la loro diserzione hanno completamente gettato nel caos l’equilibrio delle anime. Rogue lite animato con un sistema di combattimento che sembra essere convincente ed accattivante , a metà fra Hollow Knight e Hades.

Già presentato all’E3  di quest’anno, Planet of Lana si mostra questa volta in una seconda veste: se quest’estate infatti avevamo visto un mondo rigoglioso, ricco di natura e pieno di colore, questa volta possiamo osservare un vasto deserto popolato da macchine. Dopo una sequenza di inseguimento il trailer si conclude non senza lasciarci un po’ di curiosità che si aggiunge a quella che già avevamo, o che almeno io avevo.

Slitterhead non è sicuramente un gioco per tutti, sia per il suo genere che per il suo impatto visivo. Si tratta di un nuovo horror del creatore di Silent Hill. Un Horror grottesco e molto fisico ambientato in Giappone in cui non potremo fidarci di nessuno. Del gameplay si sa poco, ma si può intuire una componente action soprannaturale e chissà quanti colpi di scena macabri…

Nightingale, primissimo titolo di Inflexion Games, che uscirà nel 2022, sembra essere un survival quantomeno interessante. Una presentazione ed un trailer davvero convincente per un titolo che purtroppo dovrà fare a botte per emergere nel marasma di concorrenti che ormai saturano il genere. Dalla sua, uno stile inconfondibile, sia per quanto riguarda i mostri che, soprattutto, per lo stile ottocentesco dei personaggi principali.

Finalmente qualche informazione in più su The Lord of the Rings: Gollum e anche qualche rapida occhiata al gameplay. Gioco action stealth in sviluppo da Daedelic Entertainment, casa ben più nota per incredibili titoli punta e clicca, di cui sappiamo purtroppo ancora troppo poco. Speriamo sia un titolo valido e non il solito acchiappafan.

Somerville: anche questo già presentato precedentemente quest’anno. Sebbene ricordi side scoller più famosi come Limbo o la saga di Litle Nightmares, è evidente che qui la trama abbia un ruolo centrale e che il titolo punti molto di più sulla narrazione. Ambientato in un mondo invaso dalle macchine e sull’orlo dell’estinzione dovremo cercare di proseguire il nostro viaggio e sopravvivere. Purtoppo non sappiamo una data di lancio per questo che è uno dei titoli che mi sono sembrati più interessanti.

Altro indie che sembra ben promettere è Tchia che ci mostra un vasto mondo open world e le sue meccaniche di esplorazione che, pur ricordando molto da vicino Breath of the Wild, ha anche alcuni elementi originali, come ad esempio la capacità della giovane protagonista del possedere animali e piccoli oggetti per usare le loro caratteristiche. Anche questo titolo inoltre ha un comparto grafico molto carino e colorato.

Abbiamo visto anche un nuovo trailer per Steelrising, nuovo titolo dei creatori di Godfall. È confermata l’ambientazione fortemente steampunk del gioco con un’atmosfera molto cupa e dark ma anche con uno stile e un character design davvero notevoli. Sul gameplay si sa ancora poco, quasi niente se non fosse per un breve video uscito l’estate scorsa. Per il momento sembra essere un action gdr con una forte personalizzazione di armi e dal moveset vario. Restiamo in attesa anche per questo titolo.

Se siete amanti del metal non potrete farvi scappare Metal Hellsinger, un peculiare mix tra uno sparatutto e un rhythm game. Sebbene il gameplay frenetico ricordi molto Doom o Painkiller non dobbiamo in alcun modo sottovalutare l’incredibile cast di voci e musicisti che hanno lavorato a questo progetto: dai Trivium agli Arch Enemy, fino ai Lamb of God. Insomma, se vi piace il metal, non potete  perderlo.

Synced: Off-Planet è un nuovo sparatutto competitive in terza persona dello Studio Next. In questo trailer abbiamo potuto vedere alcuni personaggi selezionabili e compagno con le relative abilità. Sembra interessante sotto molti punti di vista. Resta da vedere però cosa avrà da offrire di unico ed originale in modo da distinguersi dalla concorrenza. Restiamo a vedere .

Infine, Arc Raiders, primo titolo di Embark Studios sembra essere un TPS fantascientifico in cui i giocatori giocheranno insieme per combattere contro le macchine che hanno preso il controllo del pianeta. Una sorta di apocalisse robotica insomma che ci vedrà in prima fila nella battaglia per la sopravvivenza del genere umano. Ah, giusto, è free to play.

E voi, cosa state aspettando con ansia? Cosa vi ha sorpreso e cosa proprio non vi aspettavate? Fateci sapere.

Informazioni su Daniele Bolis (Bollazza) 24 Articoli
Videogiocatore da sempre, critico forse da molto prima. Predilige prevalentemente indie e progetti originali. Tra i suoi generi preferiti platform, metroidvania, punta&clicca, ma in generale qualsiasi cosa che non preveda livelli e statistiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*