TinyKeep TinyKeep Recensione

TinyKeep è un roguelike a basso costo con visuale isometrica e combattimento hack and slash, realizzato grazie alla raccolta fondi online.

Avviato il gioco ci troveremo subito all’editor dei personaggi e, in pieno stile roguelike, anche in questo caso c’è la morte permanente quindi alla morte del protagonista arriverà il game over e dovremo ripartire con un altro combattente. Questo potrebbe suggerirvi di non spendere troppo tempo a curare l’aspetto del vostro eroe visto che vi ritroverete a dover ricominciare da capo molto spesso.

Ambientato nei sotterranei di un castello, il gioco non si perde in spiegazioni: la porta della nostra cella si apre e noi dobbiamo sopravvivere. I controlli si rivelano molto semplici, con un tasto del mouse si attacca e con l’altro si para; ovviamente questo sarà possibile solo dopo esser riusciti a recuperare spada e scudo adeguati alla nostra missione.

Il combattimento si basa totalmente sul tempismo, elemento necessario per alternare i lenti attacchi e l’utilizzo dello scudo. Fin dal primo livello è necessario imparare a gestire al meglio i tempi di attacco e difesa in quanto Tinykeep è un gioco molto difficile e quasi sempre dovremo affrontare nemici più numerosi e meglio equipaggiati.

A portare un elemento di varietà nelle battaglie è il fattore ambientale, in quanto i sotterranei sono disseminati di trappole che potremo utilizzare contro i nostri nemici.

Ogni nemico che sconfiggeremo lascerà cadere per terra alcune monete che potremo spendere ad una fontana per acquistare dei potenziamenti, estremamente utili per sopravvivere. Il denaro si potrà ottenere anche scoprendo forzieri, generalmente protetti da un buon numero di pericolose trappole e nemici.

Nonostante ad ogni partita ci troveremo davanti ad una mappa differente, TinyKeep non è esente da difetti.  Il gioco non presenta classi o inventario, e ad ogni partita il nostro personaggio avrà sempre la stessa arma, che potrà essere potenziata tramite l’uso della fontana.

I nostri avversari si limiteranno a correrci incontro quando saremo avvistati e a scappare quando la loro energia sarà bassa mentre i boss, per aumentare la difficoltà della battaglia, sono dotati di alta energia e potenza di attacco oltre che circondati da una schiera di mostriciattoli.

Informazioni su Andrea Raso (Andrea West) 2512 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*