Follow
Gamepare > Home > The Witcher 3: Wild Hunt > The Witcher 3: Wild Hunt – Recensione

Recensione The Witcher 3: Wild Hunt

Nel lontano 2007 appare per la prima volta sui nostri schermi Geralt in The Witcher, il primo capitolo della saga, generando vendite per 1.000.000 di copie in 12 mesi. Successivamente, grazie a questo successo, CD Projekt RED procede alla creazione di The Witcher 2: Assassins of Kings nel 2011, proseguendo con lo sviluppo anche su console Xbox 360.  Rivoluzionando il motore RED Engine 3, il team dà seguito a questo capitolo con The Witcher 3 Wild Hunt.

Riguardo a questo titolo sono stati molti i risvolti e i cambiamenti durante il percorso del suo rilascio. The Witcher 3 Wild Hunt ha fatto parlare di sè molto e in maniera prolissa un po’ dappertutto, dato il calibro del gioco in questione.

Un titolo atteso veramente a lungo da tutti gli appassionati, e possiamo subito cominciare dicendo che gli sviluppatori hanno certamente soddisfatto le aspettative.

the-witcher-3-wild-hunt_screen_6

 

Fin da subito The Witcher 3 Wild Hunt si dimostra un ottimo Action GDR, che a parere personale farà la gioia di tutti gli appassionati. Le vicende dello Strigo sono immani e curate fin nei minimi dettagli, grazie anche ai libri dedicati alla saga. In questo nuovo capitolo Geralt, il protagonista della storia, si troverà a girovagare in cerca della figlia adottiva Ciri, il tutto in un susseguirsi di innumerevoli quest coinvolgenti.

Il combat system non è stato mutato da Witcher 2 e quindi rappresenta una garanzia, anche se la difficoltà è stata livellata verso il basso per agevolare il pubblico dei novizi.
Buona anche la gestione dell’inventario, così come il crafting e l’interfaccia che facilita tutta questa serie di compiti.
Il sonoro è veramente epico e il doppiaggio in inglese degno di Hollywood.

Il gioco su PC continua a migliorare inoltre grazie alle varie patch che risolvono bug e rendono il framerate molto più fluido.

the-witcher-3-wild-hunt_screen_4

In più, su questa piattaforma il titolo appare con una grafica veramente sconvolgente, grazie soprattutto al REDengine 3 che su console per forza di cose è stato sacrificato. Il gioco presenta un Full HD a 55fps con le impostazioni grafiche posizionate su Estrema, ovvero la qualità di immagine più alta in assoluto. Con schede Nvidia inoltre potremo usufruire dell’opzione Hairworks che rende realistici i movimenti dei capelli, delle pellicce degli animali e anche degli abiti.

Anche i caricamenti sono sorprendentemente veloci sia a inizio gioco che durante i cosiddetti viaggi rapidi.
La qualità di alcuni paesaggi e scorci è incredibile, sopratutto nel caso dei tramonti: i colori sono sempre molto carichi e saturi, dettaglio che però potrebbe non piacere a tutti. Gli ambienti inoltre sono veramente sconfinati e quasi senza limiti. Per riassumere, veramente impressionante.

The Witcher 3 Wild Hunt, è un gioco open world davvero immenso con una trama curata nei particolari, lasciando al videogiocatore la possibilità di intraprendere più strade per terminare il gioco. Non sarà possibile da subito esplorare tutta la mappa di gioco: prima di poter girare nell’open world dovremo infatti completare i primi minuti di trama principale. Inoltre anche le missioni secondarie danno un tocco di espansione al gioco.

the-witcher-3-wild-hunt_screen_1

Dopo tutta questa perfezione però il titolo non è privo di difetti: i movimenti di Geralt avrebbero potuto essere resi con maggiore fluidità dato che molto spesso, in situazioni anguste, non sarà facile destreggiarsi al meglio. Per fortuna alla stesura di questa recensione alcuni bug di grande importanza sono stati risolti con la versione 1.08.

Elemento fondamentale nella versione per PC è il fatto che gli sviluppatori vogliono supportare in tutto e per tutto il modding: preparatevi quindi a vedere numerose modifiche nei prossimi mesi, dal combat system, al sistema di sviluppo, di crafting, di magia e di alchimia.

The Witcher 3 Wild Hunt  è un vero e proprio capolavoro, non c’è altro da dire, e su PC ancora di più. Un’impresa titanica che dovrebbe essere intrapresa da ogni giocatore che si rispetti.

Come ultima notizia notifichiamo che CD Projekt RED ha annunciato che nei prossimi mesi saranno rilasciate due nuove espansioni, Hearts of Stone che sarà pubblicato nel corso di ottobre 2015 e Blood and Wine nel corso del 2016.

Positivo
  • Open World quasi infinito
  • Ottima personalizzazione personaggio
  • Supporto futuro dei modding
  • Ottimo combat system
Negativo
  • Movimenti di Geralt poco fluidi
9
Ottimo
Gameplay - 9
Grafica - 8.5
Longevità - 9.5
Scritto da
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Dite la vostra!

0 0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e gli attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>