The Elder Scrolls IV: Oblivion – Recensione

The Elder ScrollsOblivion_logo

The Elder Scrolls IV: Oblivion presenta il miglior gioco di ruolo di tutti i tempi. Senza precedenti. Varca le soglie di un mondo fantastico, vibrante, dipinto con opulenza di dettagli, più che in qualunque altro gioco. Un gioco pazzesco con una giocabilità libera e una grafica mozzafiato, in cui puoi portare a termine l’impresa alla velocità che tu desideri oppure esplorare un mondo immenso e decidere quali sfide intraprendere.

Come al solito Oblivion non poteva che cominciare in un’anonima, buia e puzzolente cella.

The Elder ScrollsOblivion_Screen3

In Oblivion tutti i testi a schermo sono stati tradotti in italiano Dantesco, ma le cose non sono migliorate. Capiterà, spesso di incorrere in proposizioni tradotte malamente che ci faranno divertire o, peggio, arrabbiare e che potrebbero portare più di un utente a ripristinare i testi in inglese.

Il gameplay è molto solito e collaudato, visto il passato che hanno avuto il team di Bethesda con le precedenti versioni.

The Elder ScrollsOblivion_Screen1

CARATTERISTICHE

  • Vivi Un’Altra Vita In Un Altro Mondo
    Crea e gioca nel ruolo di qualunque personaggio la tua mente possa concepire. Dal nobile guerriero, al facinoroso assassino o al decrepito stregone.
  • Combattimenti Corpo a Corpo e Magia
    Grazie a un sistema di nuovi combattimenti e di arti magiche, questo gioco di ruolo in prima persona assurge a un nuovo livello di intensità, per cui, sentirai ogni singolo colpo.
  • Sistema AI Fantastico
    Questo incredibile sistema AI fornisce ai personaggi di Oblivion delle attività 24 ore su 24 e 7 giorni su sette. Pertanto, hanno la capacità di compiere le proprie scelte in base al mondo che li circonda. I personaggi non protagonisti si nutrono, dormono e svolgono faccende per conto proprio.
  • Nuovi Territori da Esplorare
    Nell’espansione Shivering Isles, osserva un mondo creato a immagine e somiglianza di Sheogorath, uno che oscilla tra la Mania e la Demenza. Un’esperienza unica in Oblivion.
Informazioni su Andrea R. 1977 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*