Stasera su DMAX avrà in onda il finale di stagione di House of Esports

HouseOfEsports

Finale di stagione per House of Esports: l’ultima puntata andrà in onda su DMAX, canale 52 del gruppo Discovery Italia, in prima TV sabato 13 luglio (e in replica domenica 14 alle 09:50).

E’ una stagione da record quella che va in archivio, con ascolti in continua crescita e consensi di pubblico e critica a testimoniare lo sviluppo eccezionale del movimento esport in Italia.

In questa puntata, lo spazio di approfondimento dedicato al gaming competitivo si occuperà dell’ESL Vodafone Championship di League of Legends, con schede dedicate per svelare l’universo di uno dei MOBA più popolari di tutti i tempi. L’ESL Vodafone Championship –  il più grande e longevo torneo di esport in Italia – si concluderà con le finali nazionali che si terranno a settembre per decretare i campioni delle varie discipline, tra cui League of Legends.

A commentare in studio gli highliths del torneo e i contenuti speciali ci saranno Paolo ‘Paolocannone’ Paolucci – uno dei giocatori più in vista del panorama italiano di LoL – e Francesco ‘Sarengo’ Papa, Caster tra i più conosciuti e apprezzati di League of Legends.

Le telecamere di House of Esports, inoltre, faranno “luce” sul fenomeno “Clash Royale” e, più in generale, sul Mobile Esports,  in costante crescita a livello nazionale e internazionale, con un approfondimento da parte di Daniele Bossari, nelle vesti di padrone di casa affiancato in studio da Sara “Kurolily” Stefanizzi, che parleranno della Clash Royale League e del Red Bull Meo insieme ai loro ospiti, Federico ‘Lonny the wolf’  Della Valle e Davide ‘Grax’ Grasselli, Caster e volti di riferimento del panorama nazionale esport.

House of Esports, come sempre, sarà disponibile inoltre live e on demand su Dplay, la piattaforma digitale di Discovery.

Informazioni su Andrea Raso (Andrea West) 2520 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*