Follow
Gamepare > Home > Recensioni > Sea Of Thieves – Recensione

Sea Of Thieves – Recensione

Solca i mari come i veri temibili pirati e diventa un leggendario

E il naufragar m’è dolce in questo mare di ladri.  È proprio quello che farete tutto il tempo in Sea of Thieves, l’ultima fatica di Rare molto discussa, che ha già spaccato in due pubblico e critica.
Il titolo, dopo tantissima attesa fatta di Alpha, Beta e stress-test di ogni tipo, è finalmente arrivato sui nostri PC tramite l’esclusiva del Windows Store e naturalmente anche su Xbox One. Il formato è quello del Play Anywhere, quindi acquistato in forma digitale, potremo giocarci sia su console che su computer a piacimento. I possessori di Xbox potranno anche sfruttare il Game Pass per decidere se acquistarlo o meno dopo averlo provato per bene.

Sea of Thieves Screenshot

Un gioco certamente sui generis che sfugge ai normali canoni di valutazione che il mondo videoludico impone.
Il titolo è una sorta di simulatore di vita piratesca in un gigantesco sandbox in cui potremo girovagare liberamente per i sette mari, senza una storia precisa o una trama predefinita, compiendo varie missioni di recupero, esplorazioni e assalti all’arma bianca o con armi da fuoco per sbaragliare gli altri pirati.

Sea of Thieves Screenshot
Il bello del gioco sta proprio nel costruire di volta in volta storie nuove e quindi poi condividerle con i vostri amici, giocando sia assieme a una ciurma collaudata che in solitaria.
Tutto dipende dalla vostra fantasia e da quanto vorrete sbizzarrirvi nell’approcciare l’oceano che solcherete con la vostra imbarcazione più o meno grande.

Ci sono ovviamente delle missioni preconfezionate come quelle che vi assegneranno i vari membri delle gilde sulla terraferma, ma il bello di Sea of Thieves consiste proprio nel perdersi tra le onde e ogni volta imbastire qualche cosa di fresco e nuovo.
Tutto è libero sia per il modo in cui vorrete affrontare l’avventura sia per ciò che vorrete compiere.
Si comincia scegliendo un modello casuale di pirata di sesso maschile o femminile tra le centinaia che ci verranno proposti .  Successivamente bisogna scegliere se navigare in solitaria su una piccola imbarcazione a vela, facile da gestire, oppure in compagnia fino a quattro giocatori su un grosso galeone. Va da sé che quest’ultima imbarcazione implica compiti precisi di ognuno per andare avanti, quindi uno dovrà stare al timone, un altro magari ai cannoni, un altro ancora in stiva a riparare continuamente i danni fatti dagli altri pirati e ancora un altro a controllare e regolare le vele.  Azioni semplici che però vi faranno entrare subito nel vivo dell’azione.

Sea of Thieves Screenshot
Al momento non c’è alcun senso di progressione quindi dovremo appunto aggirarci per i sette mari compiendo azioni di vario tipo per passare il tempo e divertirci con i vari compagni di scorribande. Non c’è nessun tutorial e nessuna indicazione: tutto è affidato all’intuizione del giocatore e alla sua comprensione di azioni semplici. I menù sono radiali con tutto ciò che ci occorre: dalla bussola, alla pala per dissotterrare tesori fino alle armi da taglio e da fuoco. Tutto è estremamente egalitario e quindi non ci saranno super stats o armi incredibili frutto di farming forsennato a  variare l’esperienza di gioco.

Sea of Thieves Screenshot
Il comparto tecnico è forse il vero fiore all’occhiello dell’intera produzione targata Rare. In particolare, gli scorci durante i cambiamenti climatici sono incredibili e soprattutto in solitaria potremo godere dell’immensa perizia che gli sviluppatori hanno utilizzato per ricreare il mare e il suo incessante sciabordio di onde più o meno potenti.
Anche le esplorazioni nelle isole tropicali, magari ricercando un tesoro sepolto da qualche parte, regaleranno viste mozzafiato, sempre comunque con uno stile cartoonesco e scanzonato, oltre che estremamente colorato.
Su terra il combat system è molto basilare e se non inconterete altri pirati come voi dovrete fare fuori varie tipologie di scheletri che faranno da sentinella ai vari avamposti oppure animali selvatici, come i pericolosissimi serpenti che vi morderanno a più non posso avvelenandovi temporaneamente.

Conclusione
Un’esperienza peculiare questa di Sea of Thieves che sicuramente al momento è un po’ povera di contenuti e di cose da fare ma che certamente già diverte e incanta. Rare ha già promesso tanti contenuti in maniera gratuita nei mesi a venire e Microsoft supporterà il brand a dovere: ne vedremo certamente delle belle.
Positivo
  • Comparto artistico di primo livello
  • Potenzialmente divertente all’ennesima potenza
Negativo
  • Attualmente soffre un po’ di penuria di contenuti e senso di progresso
7.8
Buono
Grafica - 8.5
Giocabilità - 7
Longevità - 8
Scritto da
Videogiocatore fin dalla più tenera età ha cominciato con le classiche 500 lire nei cabinati delle sale giochi per arrivare a possedere ogni tipo di macchina da gioco in circolazione, provenienti da tutto il mondo. Non disdegna provare nessun tipo di gioco, perfino il simulatore di sassi.

Dite la vostra!

0 0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e gli attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>