Rising World Rising World – Recensione

I survival sono la moda del momento, in questi ultimi tempi ne stanno uscendo tantissimi. Qui ci troviamo di fronte ad un titolo sandbox dove saremo noi a creare l’ambiente in cui ci troveremo. Possiamo scegliere tra Worldtype, Caves e Vegetations. Oltre a queste prime impostazioni avremo possibilità di scegliere la modalità di gioco che più desideriamo come Survival, Creative, Stranded e Adventure. Trattandosi però una versione Early Access, queste ultime modalità saranno attive solo quando il gioca sarà completo.

La recensione si baserà sulla versione 0.5 in cui abbiamo la possibilità di provare solamente il survival mode.

RisingWorld_screen3

Tornando al gioco, armati di un ascia inizieremo a girovagare per il mondo creato; in basso a destra avremo gli indicatori di fame e sete, e a sinistra la barra della salute. Il nostro personaggio avrà anche un inventario e una sorta di menù lavorazione, in cui avremo i vari oggetti da costruire corredati dai materiali richiesti per farlo. Nell’avanzare dell’avventura questa lista verrà ampliata grazie anche agli oggetti che fabbricheremo, per esempio se costruiamo un tavolo da lavoro potremo successivamente costruire degli archi o fabbricare lance.

La cosa più strana di questo gioco è che potremo fabbricare anche armi medioevali come spade, asce da battaglia e altre armi poco convenzionali per la sopravvivenza. Questo ci fa intuire che il gioco prevederà anche la costruzione di fortini dove restare riparati oppure qualsiasi altra struttura ci venga in mente, anche perché grazie alla costruzione a blocchi, in stile Minecraft, potremo costruire qualsiasi cosa.

Creando la nostra prima dimora scopriremo presto il nostro desiderio segreto di diventare arredatori d’interni, e inizieremo quindi a costruire i nostri mobili.

RisingWorld_screen20

In Rising World l’unico limite è la nostra fantasia perché avremo tutto il materiale per costruire liberamente e senza vincoli il nostro mondo, creando cose uniche e nel nostro stile.

Questo Open World sandbox offre la possibilità di essere modificato utilizzando gli script in LUA, quindi alcuni modder potrebbero avere interesse nell’aggiungere personalizzazioni di qualsiasi tipo. Attualmente però non è ancora possibile effettuare il caricamento degli script. È già stato annunicato comuunque che il supporto lato server aiuterà a caricare gli script senza effettuare download di alcun genere.

Il titolo supporta anche la modalità multiplayer che rende il gioco molto più creativo e interattivo: potremo infatti inserire in qualsiasi momento persone nel nostro mondo semplicemente con il codice seeder.

La grafica di Rising World è semplice e dettagliata, sebbene alcuni oggetti sembrino aver minor dettaglio in confronto ad altri. È facile imbattersi a volte in problemi di glitch nelle costruzioni, anche se gli sviluppatori stanno a lavorando per risolvere i problemi e bug rilevati.
Il sonoro purtroppo è molto limitato e non ancora in grado di coinvolgere il videogiocatore. Forse per il futuro è questo l’aspetto su cui apportare la maggioranza dei miglioramenti.

In conclusione Rising World è un ottimo gioco per chi ha la passione per i survival e per lo stile Minercraft. Gli sviluppatori sono all’opera per creare un’esperienza sempre migliore e gli aggiornamenti in Early Access vengono rilasciati con un’ottima frequenza, migliorando l’impatto del gioco. Il titolo comunque è di ottima qualità ad un buon prezzo, e può dare ai giocatori ore ed ore di divertimento.

Informazioni su Andrea R. 1976 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*