Quando Valve presenta all’improvviso la Nintendo Switch

Steam Desk non è una Nintendo Switch

Si, mi rendo conto di esser cattivo. Però dopo tanto tempo che si parla di streaming cloud e altro, Valve Corporation, esce con una console portatile dell’aspetto simile a Nintendo Switch?
Ma parliamo veramente di console portatile? Parliamoci chiaro, non partiamo dalla fatidica “potenza di elaborazione”, ma da un dato veramente utile: il peso.
Si, proprio lui, la console pesa 669 grammi, 669 grammi?!? Veramente!? come si può dare il nome di console portatile a questo hardware? Appena la useremo anche solo per qualche minuto di gioco ci renderemo conto di aver bisogno di bretelle per reggerla (ecco ho dato idee ai produttori di accessori).

Giocando con la Nintendo Switch con un peso di 398 grammi sentiamo perfettamente che dopo poco abbiamo bisogno di appoggiare le mani sul tavolo per poter continuare a giocare, quindi con un peso così elevato non si potrà giocare bene, dando la sensazione di aver in mano un mattone.

Ma passiamo prima di tutto al nome: Si chiama Steam Deck, beh nome quasi azzeccato anche se potevano sforzarsi dei più tipo: Steam Portable.

Ora passiamo a quello che tutti si aspettano, le caratteristiche:

  • Processore AMD Zen 2 2,4-3,5GHz + GPU 8 RDNA 2 CU, 1,0-1,6 GHz: normale che pesi tanto avrà un dissipatore a raffreddamento continuo, mi chiedo quanto scaldi questa console diventerà rovente giocando esempio a Control di Remedy?
  • Tasti e Controlli: devo dire che come controlli è dotato molto bene, abbiamo due trackpad che ci aiuteranno a giocare con i videogiochi che utilizzano il mouse. In questo modo siamo molto comodi in qualsiasi gioco attuale e futuro.
  • Batteria da 40 Whr. 2-8 ore di gioco: Due ore di gioco? Dovrò dotarmi di batteria portatile? Mah, non capisco queste decisioni.
  • Sistema operativo SteamOS 3.0 (basato su Arch): Ok, allora abbiamo una Steam Machine su Linux. Quanti titoli che abbiamo nella nostra libreria Steam supportano Linux?
  • Connettività esterna per controller e display, supporto modalità Alt USB-C con DisplayPort 1.4; fino a 8 K a 60 Hz o 4K a 120 Hz, USB 3.2 Gen 2: Non mi dite che non è una Nintendo Switch io vi avevo avvisato. Ma non è che tutti attendevano la PRO di Nintendo e poi invece era Valve che stava producendo la Steam Deck?

Quindi riassumiamo: abbiamo una console portatile mista tra un PC e una Nintendo Switch, che potremo usare in giro per giocare a Hades per 8 ore e a Control per 2 ore, con un peso eccessivo e che scalderà come una stufetta senza contare che abbiamo solo massimo 512GB, quindi installare più giochi della libreria è possibile solo se giochiamo agli indie?

Si, in questo momento so che mi state dicendo: <<Ma puoi aggiungere SD, così aumenti lo spazio>>. Cosa? Scusa non ho capito? Si, vero ma non perdo tutto l’entusiasmo della velocità di un SSD NVMe?

Ciliegina sulla torta? Semplice, il prezzo, 419€ per la versione base con eMMC da 64 GB.

Vi ho convinto ad acquistarla? Alla fine Nintendo aveva ragione a far uscire il modello OLED.

Maggiori info su Steam Deck

Informazioni su Andrea Raso (Andrea West) 2613 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

2 Commenti

  1. Un sistema operativo di proprietà ma rimpiazzabile a piacere con Windows, la libertà di installare anche altri launcher e relativi giochi… sicuramente meglio di switch sotto già quasi tutti gli aspetti. Potrei persino farci un pensierino se non fosse che non esco di casa

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*