Follow
Gamepare > Home > Pitstop Challenge > Pitstop Challenge – Recensione

Pitstop Challenge – Recensione

Ci sono tanti Manager di Formula 1, ma nessuno si è mai spinto fin dentro ai box per gestire addirittura i tecnici. Pitstop Challenge è un particolarissimo simulatore che ci mette nei panni dei tecnici ai pitstop invece che dei piloti.
Dovremo quindi creare la nostra squadra, badando a spese e finanze, ed effettuando i giusti contratti dovremo assicurare al nostro team di vincere nelle 19 location attorno al pianeta.
Dovremo personalizzare il nostro team e quindi ogni elemento si occuperà di un determinato aspetto del veicolo. Il controllo ai box sarà totale e dovremo valutare ogni singolo processo per potere ottenere i tempi migliori.
Nonostante il gioco ci porti vari circuiti attorno al globo tra Roma, Australia o Cina, non riusciremo a vedere nulla al di fuori del pitstop e quindi non ci saranno molti elementi che varieranno al di fuori di quelli canonici all’interno dei box.
Ogni elemento deve essere considerato ai box, compresa la mescola delle gomme e la selezione di un certo tipo di pneumatico piuttosto che un altro in base alle condizioni atmosferiche. Nella schermata principale,vedremo lo stato della gara caratterizzato da un circuito su cui è riportata la posizione attuale delle monoposto; avremo poi un pannello dove verificare lo stato di gomme, motore, carburante e tutte le caratteristiche che servono per tenere sotto controllo le auto.

Pitstop Challenge Screen 2

Come in tutti i manageriali dovremo istruire i nostri tecnici affinché possano dare il massimo nella loro mansione, anche se a volte sarà più semplice sostituirli piuttosto che formarli.

In Pitstop Challenge, una volta segnalato il pitstop al pilota dovremo assegnare ogni singolo tecnico alla sua mansione, con un conto alla rovescia indicherà nel frattempo l’arrivo della monoposto; successivamente dovremo controllare per tempo ogni singolo movimento per effettuare tutti i cambi nel minor tempo possibile. Grazie alle telecamere selezionabili potremo vedere il nostro pitstop da diverse posizioni.

I controlli però non funzionano sempre al meglio e quindi anche in caso di customizzazioni estreme ci potremo ritrovare molto spesso a compiere le stesse azioni in maniera abbastanza meccanica e a non considerare le specializzazioni dei vari meccanici dato che comunque ognuno potrà coprire le carenze degli altri.
Molto macchinoso anche il processo per allocare i vari membri della propria crew in differenti posizioni. Una volta però preso il ritmo il tutto risulterà più semplice, anche se può subentrare un certo grado di ripetitività. Certo, in ogni caso qualche automatismo in più avrebbe certamente giovato e reso il tutto più fluido nell’impressione finale.
Inoltre le spiegazioni non sono chiarissime e vi lasceranno infatti abbastanza impreparati durante le sezioni più indiavolate e quindi con più pressione. Potrà capitarvi quindi di andare incontro a pitstop della durata di due minuti o più, proprio perché non saprete quali tasti premere al momento giusto.

Pitstop Challenge Screen 6
Dal punto di vista tecnico poi il gioco presenta moltissimi bug e questo causerà fra le altre cose, ad esempio, che i vostri tecnici inspiegabilmente cammineranno senza una meta precisa oppure occuperanno delle posizioni assolutamente non volute. Inoltre in molti frangenti il gioco,una volta premuti i tasti richiesti, crasha senza motivo e quindi sarete costretti a re-iniziare moltissime volte.
Il gioco non è ancora evidentemente nelle condizioni di poter essere giocato e apprezzato a pieno e quindi si suggerisce ai programmatori di applicare al più presto le opportune patch.

Positivo
  • Gameplay innovativo
Negativo
  • Controlli e grafica pessimi
7.3
Positivo
Gameplay - 8
Grafica - 6
Longevità - 8
Scritto da
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Dite la vostra!

0 0