Leo’s Fortune HD Recensione Leo’s Fortune HD

Provando questo gioco, mi sono chiesto chi fossero gli sviluppatori. Aiutato dal “guru” Google mi sono documentato alla ricerca di informazioni scoprendo che la 1337 & Senri AB è già nota per altri titoli.

1337 Game Design, nata come sviluppatrice di giochi mobile, ha creato giochi per Apple e Android come Devil’s Attorney e Dark Nebula 1 & 2. Vincitori del qualityindex.com con il gioco Devil’s Attorney, il 23 Aprile 2014 insieme a Senri AB, lanciano sul mercato mobile Android, iOS e Windows Phone Leo’s Fortune. In questo frangente, il gioco vince il premio Apple Design Award 2014, dando il via alla 1337 & Senri AB.

Con il passare del tempo, visto il grande successo suscitato da questo gioco, gli sviluppatori hanno deciso di “rimasterizzarlo” in 1080p per Xbox One, Playstation 4, Windows PC e Mac rilasciandolo sul mercato la nuova versione il giorno 8 Settembre 2015.

Leo_s_Fortune_screen_7

Ma che cos’è Leo’s Fortune? Leopold, una piccola palla blu con due occhioni e i baffi protagonista del gioco, si ritrova derubato di tutte le suo monete d’oro. Partirà così alla ricerca delle tracce lasciate dal misterioso ladro, trovando e recuperando lungo il cammino la sua fortuna.

Il titolo è un platform a scorrimento laterale dai controlli molto semplici, infatti i tasti da utilizzare solo solo due: uno per saltare e gonfiarsi l’altro per cadere in picchiata. Gli sviluppatori hanno voluto mantenere la facilità di controllo proposta dal mondo mobile anche se a dire la verità è stato più facile utilizzare il controller che il touchscreen.

Leo_s_Fortune_screen_2

In Leo’s Fortune dovremo guidare il nostro baffuto amico nei 24 livelli proposti in percorsi pieni di enigmi e monete. Lungo il nostro cammino dovremo risolvere parecchi puzzle e rompicapo senza i quali non potremo proseguire. I puzzle principalmente si basano su giochi di equilibrio, gravità e fluttuazione. Di solito possono venire d’aiuto casse o rocce che possono essere spostate per saltare gli ostacoli come spine ed altre trappole mortali. Per fortuna, in caso di morte, i checkpoint sono davvero ravvicinati permettendo al giocatore di riprendere l’ultimo punto più vicino al gameover. I livelli di Leo’s Fortune sono particolarmente veloci in quanto Leo scivola rapidamente su qualsiasi materiale abbia sotto i suoi peli. I livelli ricordano vagamente un misto tra Rayman Jungle Run e Sonic. Leo, oltre a rotolare, ha la possibilità di saltare, gonfiarsi, fluttuare oppure cadere in picchiata. Queste doti ci serviranno a superare le 6 aree proposte suddivise in 4 livelli ciascuno, più il livello bonus.

Leo_s_Fortune_screen_3

In Leo’s Fortune oltre a ritrovare la nostra fortuna, dovremo per ogni livello riuscire a prendere tutte e 3 le stelle, impresa non semplice perché la valutazione si basa sulle monete recuperate, sul minor numero di morte in gioco, e sul tempo limite per finire il livello.

Queste tre caratteristiche ci aiuteranno a scalare la classifica mondiale dei giocatori, rendendo il titolo rigiocabile e prolungandone la durata.

Provando Leo’s Fortune vi colpirà sicuramente la grafica d’impatto, un fantastico doppiaggio e una trama coinvolgente che vi manterrà incuriositi fino alla fine. Oltre a questo una grande colonna sonora vi terrà immersi durante tutta l’avventura.

Leo_s_Fortune_screen_4

Il titolo è disponibile su tutti gli store ad un prezzo veramente accessibile, in quanto attualmente ha un costo inferiore ai 7 euro.

Detto questo, Leo’s Fortune è un gioco piacevole ed affascinante che vi terrà incollati per ore allo schermo. La grafica curata e la colonna sonora sono elementi di spicco per questo gioco davvero divertente. Se siete alla ricerca di rompicapi rilassanti e vi piacciono i giochi platform bidimensionali, senza contare il prezzo accessibile, è sicuramente un gioco da avere.

Informazioni su Andrea Raso (Andrea West) 2511 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*