Iron Harvest, svelata la data di uscita e il nuovo trailer

Iron Harvest

KING Art Games e Deep Silver hanno svelato la data d’uscita e mostrato un nuovo trailer dell’attesissimo classic-RTS, Iron Harvest, durante l’Opening Night Live ceremony della gamescom 2019 a Colonia. Il gioco, ambientato nello straordinario universo Diesel-Punk basato sui lavori dell’artista polacco Jakub Rozalski, sarà disponibile il 1 settembre 2020 su PlayStation 4, Xbox One (inclusa Xbox One X) e PC.

Guarda il trailer della gamescom 2019 di Iron Harvest:

Durante la conferenza il team ha anche confermato che al lancio, il gioco sarà disponibile su PC tramite diverse piattaforme, inclusi Steam e GOG.

Gamescom 2019 Hands-On:
I giocatori che parteciperanno alla gamescom di quest’anno possono prendere il controllo del campo di battaglia e guidare le proprie truppe e i giganteschi mech Diesel-Punk nell’area Deep Silver & Friends nella Hall 9, da oggi fino a sabato 24 agosto.
Questa sera, martedì 20 agosto alle 17.00, una speciale opportunità attende tutti i fan del famoso artista che ha creato gli artwork del gioco, quando Jakub Rozalski visiterà il booth per parlare con i diversi ospiti e per una sessione di autografi.

A proposito di Iron Harvest
All’alba del 20° secolo, poco dopo la fine della Grande Guerra, il mondo è pieno di segreti e misteri, di opportunità e sfide. La tradizione si scontra con il progresso scientifico e tecnologico, mentre l’Europa si sta ancora riprendendo dalle brutali battaglie della Guerra Mondiale. Iron Harvest è un real-time strategy game (RTS) ambientato nella realtà alternativa del 1920+, subito dopo la fine della Grande Guerra. Per creare la perfetta esperienza RTS, il team ha lavorato in stretta collaborazione con i fan RTS globali grazie alla campagna kickstarter di grande successo.

Informazioni su Andrea Raso (Andrea West) 2489 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*