Follow
Gamepare > Home > News > Il mondo di Vampyr rivelato in nuovi artwork che rappresentano una Londra devastata dall’influenza Spagnola

Il mondo di Vampyr rivelato in nuovi artwork che rappresentano una Londra devastata dall’influenza Spagnola

L’apprezzato studio di sviluppo Dontnod ed il publisher Focus Home Interactive hanno rilasciato nuovi artwork per il loro prossimo titoli GDR Vampyr, ambientato nel 1918, durante l’apice dell’influenza Spagnola che ha portato Londra al collasso.

Dopo la Prima Guerra Mondiale, l’Europa è devastata e le città scampate al conflitto sono ulteriormente provate dall’invasione di una influenza straniera. Una epidemia che si sta diffondendo attraverso i vicoli e le strade di Londra decimando di giorno in giorno i suoi abitanti. I pochi superstiti cercano di scampare a questa nuova piaga segregandosi in casa e solo i santi o gli stupidi si aggirano ancora per la città. Coloro che scampano tuttavia non sono comunque al sicuro dato che diventano  preda di un nuovo predatore, abituato alla guerra e più letale di qualsiasi pestilenza: i Vampiri

Si aggirano per la città all’insaputa della popolazione, mischiandosi tra i malati e le grida disperate che riecheggiano in una Londra distrutta dalla guerra e che sta cercando con fatica di rialzarsi.

Con una città nuovamente sotto assedio è molto facile per loro nascondersi  ma proprio per questa situazione, il momento diventa ideale per uscire dall’ombra!

Grazie a questi nuovi artwork potete avere un assaggio delle ambientazioni di Vampyr previsto in uscita nel 2017 per PS4, Xbox One e PC.

VAMPYR: INFO SUL GIOCO

Aggiratevi per le strade oppresse dall’epidemia in Vampyr – un oscuro titolo Action/GDR  dallo studio responsabile di “Remember Me” e “Life is Strange”, sviluppato utilizzando l’Unreal Engine 4.

Ambientato agli inizi del 20° secolo in Gran Bretagna durante l’invasione della letale Influenza Spagnola, le strade di Londra sono paralizzate dalla malattia, la violenza e la paura. In una città spettrale e  completamente in preda all’anarchia i pochi folli o disperati che ancora si muovono per le strade cadono vittime di una minaccia ancora peggiore, diventando preda dei predatori più temibili: i Vampiri.

Il giocatore impersonerà un dottore diventato Vampiro che potrà scegliere come usare i suoi nuovi poteri, evolvendo il proprio personaggio a suo piacimento attraverso un versatile sistema di attribuzione delle abilità che avranno un’influenza diretta sul gameplay.

Da medico, il giocatore, cercherà di capire il suo nuovo stato e l’avventura si svilupperà attraverso combattimenti, scoperte e intuizioni cercando, nel contempo, di arginare la sete irrefrenabile che spingerà costantemente alla ricerca di nuove vite da prendere.

Cercando di aggrapparsi a quel che resta della sua umanità il giocatore sarà libero di operare le scelte che influenzeranno profondamente il destino e l’andamento della sua avventura

Caratteristiche del gioco:

  • Esplora un’oscura Londra agli inizi del 20 secolo
  • Vesti i panni di un potente e tormentato Vampiro, imparando le regole della tua nuova condizione. L’uomo di scienza in contrapposizione alla bestia delle tenebre. La tua battaglia più dura sarà contro te stesso
  • Costruisci il tuo personale stile di combattimento attraverso una vasta gamma di armi e abilità per combattere le tantissime tipologie di nemici del gioco
  • Sii padrone del tuo destino; le tue scelte morali daranno forma alla tua storia. Quanto può rimanere “umano” un Vampiro quando deve saziarsi?

vampyr_artwork-01vampyr_artwork-03vampyr_artwork-02

Scritto da
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Vota!

0 0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e gli attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>