Icarus III, l’italia diventa internazionale

Icarus III

Anzola dell’Emilia ha ospitato il 22 e 23 di Aprile quello che fino ad ora risulta essere il più grande torneo di smash4 sul territorio italiano. Come le precedenti edizioni prende il nome Icarus, con giusto qualche “I” aggiuntiva a rimarcare che quella di quest’anno è stata la terza edizione dell’evento annuale che ormai rappresenta un punto di riferimento per qualsiasi “smasher” in suolo italico.

L’evento di quest’anno merita però una nota di merito non indifferente, in quanto è la prima edizione ad aver ospitato giocatori provenienti anche dall’estero. E che giocatori!! Fra tutti i nomi è spiccato da subito quello di Dennis “iStudying” Kwarteng, l’olandese Greninja mainer ha scosso non poco le acque fin dal momento della sua iscrizione al torneo. Questo non è però stato l’unico nome altisonante che l’europa ha offerto al’evento, per nominarne alcuni abbiamo avuto il piacere di assistere alle performance dello spagnolo Robo~Luigi, del francese Fire e del tedesco quiK, giusto per nominarne alcuni.

Anche i nostri compatrioti si sono fatti valere all’evento e sebbene nessuno di loro sia riuscito ad arrivare in top4, hanno dimostrato all’Europa che l’italia ha molto da dare alla scena competitiva. Marth4Ever e Shunf sono i due nomi che più di tutti gli altri hanno fatto sognare chi sperava in una ribalta delle sorti e sebbene in conclusione ciò non sia accaduto, non c’è nulla da rimpiangere nelle onorevoli sconfitte da loro subite.
I colpi di scena si sono susseguiti durante tutto il torneo, partendo dalle pools dove l’italiano TylerDX ha superato il favorito iStudying piazzandosi primo nella pools e sconfiggendo l’olandese nello scontro diretto.
Fino ad arrivare alla finale ricca di fuoco, fiamme e turbo stivali in cui Fire e quiK si sono scontrati in uno dei set più entusiasmanti di sempre.
I due antagonisti da Francia e Germania si sono affrontati senza esclusione di colpi e sebbene entrambi abbiano dimostrato in più occasioni il proprio valore è stato infine il tedesco quiK ad avere la meglio e aggiudicarsi la sudata vittoria.

Tutto l’evento principale, ovvero il torneo 1v1, è stato trasmesso in streaming su twitch dal canale SmashBrosItalia partendo dalle pools fino alla top 8 dove ha infranto il record di visualizzazioni per un torneo italiano superando le 600 contemporanee.
Ottimo il lavoro svolto dallo staff nel far si che l’evento scorresse senza intoppi e una menzione di merito va al commentatore Pingu16 che ha saputo emozionare e tenere compagnia a tutte le persone che si sono affacciate all’evento da pc o smartphone.

Oltre al torneo 1v1 l’evento ha ospitato anche un torneo 2v2, anch’esso streammato, e le sempre epiche Crew battles che purtroppo hanno avuto i riflettori puntati solo per pochi attimi.
Per chi si fosse perso il tutto potete recuperare le registrazioni streaming direttamente sul canale twitch oppure armarvi di pazienza e attendere che il tutto sia caricato sul canale youtube Sbit – SmashBrosItalia

Grazie a questo evento l’italia comincia un po’ alla volta a ritagliarsi il proprio posto nella comunity internazionale di Smash4 e spero che in futuro sempre più volti dalle scene estere vengano nel bel paese a confrontarsi coi nostri giocatori.
L’attesa per l’Icarus IV, se così mi è concesso chiamarlo, è ancora molto lunga, ma tenete li occhi aperti perché l’anno corrente non mancherà di avere altre competizioni degne dello stesso entusiasmo.

Informazioni su Michele Michienzi (Sig Mike) 60 Articoli
Michele inizia a giocare grazie al NES. Nel tempo ha potuto maturare una buona conoscenza videoludica che spazia in molti ambiti, merito della varietà di titoli giocati. Appassionato principalmente di Action e Picchiaduro è cresciuto con numerosi platform e gdr a fargli compagnia. Fa parte da qualche anno della comunity competitiva italiana di Super Smash Bros.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*