Dreamscaper – Un roguelike senza pretese ma che stupisce – Recensione

Abbiamo provato in anteprima il titolo sviluppato da Afterburner Studios in uscita su Pc e Nintendo Switch il prossimo 5 agosto.

Dreamscaper è un roguelike d’azione surreale: i giocatori combattono gli incubi che vivono nel subconscio di una giovane ragazza. In un gioco che mescola elementi action, sparatutto dall’alto e dungeon crawler, Cassidy affronta le materializzazioni delle proprie ansie e preoccupazioni.  Affrontando le proprie paure, notte dopo notte, ogni volte resa più forte dalle nuove amicizie ed esperienze che farà nel mondo reale.

Graficamente il titolo si mostra solido, con un comparto artistico che riesce a rendere alla perfezione l’ambientazione onirica e sognante del subconscio, pur rimanendo perfettamente leggibile e chiaro per il giocatore. Uno stile che ricorda dei dipinti ad acquarelli di ambienti di vita quotidiana o, per i pochi appassionati, degli ottimi disegni 3d realizzati con programmi di realtà virtuale. La colonna sonora, che personalmente ho apprezzato molto, è avvolgente e calda.

Caratteristiche  Principali

L’ampio e vario sistema di combattimento premia uno stile di gioco abile e adattivo: alterna un combattimento corpo a corpo ad un approccio più tattico, con abilità e attacchi ranged. Saper valutare in poco tempo qual è il miglior approccio per i vari nemici, valutando anche i numerosissimi equipaggiamenti e bonus a nostra disposizione, è vitale. Anche la composizione di armi, poteri e abilità avrà la sua importanza e acquistare un potenziamento al momento giusto potrà fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta.

Al di fuori del mondo dei sogni Cassidy potrà esplorare diversi luoghi della propria città, creando legami con i vari personaggi che abitano il mondo diurno e stringendo amicizie sempre più forti. In questo modo anche le nostre partite successive saranno più varie e più efficaci.

Gli altri elementi sono ormai i classici del genere, come le bombe, le chiavi e la suddivisione in “stanze” dei vari livelli, salvo il fatto che in Dreamscaper avremo la possibilità di sbloccare nuove stanze e personalizzare tramite sbloccabili ogni singolo livello.

Oltre a tutto questo abbiamo una storia da scoprire tramite l’interazione sia nei sogni che fuori con il mondo di gioco che sbloccherà pian piano i ricordi e i segreti di Cassidy.

dreamscaper

 

Conclusione

Insomma, questo Dreamscaper pare essere davvero un prodotto ben confezionato, con un combat system che soddisfa, dei controlli reattivi, una personalizzazione ampia ed una vasta varietà di gioco.

Dreamscaper
8.2 / 10 Recensione
Gameplay8.5
Grafica8
Longevità8
Pro
  • Un'ottima idea di base supportata da un ottimo combat system
  • Vasta personalizzazione non solo di abilità ma anche del mondo di gioco
Contro
  • Per ora solamente 4 boss principali
  • Si sente la mancanza di un doppiaggio
Informazioni su Daniele Bolis (Bollazza) 17 Articoli
Videogiocatore da sempre, critico forse da molto prima. Predilige prevalentemente indie e progetti originali. Tra i suoi generi preferiti platform, metroidvania e punta&clicca.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*