Destiny Bugie rilascia la patch 1.0.2

Destiny Gamepare

Bungie ha rilasciato la patch 1.0.2 di Destiny.

L’aggiornamento in questione migliora il sistema di riconoscimento delle ricompense negli Assalti e Avanguardia ed anche nel riscatto degli engrammi. Sono state introdotte anche alcune migliorie nella rotazione delle mappe visualizzate nel Crogiolo.

Di seguito il dettaglio preso dal sito della Bungie.

Criptarca

  • Gli engrammi leggendari (quelli viola) decifreranno sempre un oggetto di qualità pari o superiore a quella leggendaria.
    • NOTA: gli engrammi leggendari che esistono al momento nel vostro inventario diventeranno di qualità rara nel momento in cui la patch sarà applicata. Questi engrammi declassificati avranno, però, ancora le vecchie probabilità di decifrazione.
  • Gli engrammi rari (quelli blu) decifreranno sempre un oggetto di qualità pari o superiore a quella rara.
    • Le probabilità di ottenere armamento leggendario sono state aumentate.
  • Materiali: Frammenti ascendenti e Energia ascendente sono promossi a qualità leggendaria (da qualità rara).

Ricompense

  • È ora possibile ottenere engrammi rari (blu) o leggendari (viola) da:
    • Playlist d’Assalto: Tigre dell’Avanguardia.
    • Missioni eroiche giornaliere (una volta al giorno)
    • Missioni eroiche settimanali (una volta a settimana)
  • Problemi conosciuti
    • Selezionando una difficoltà più alta per le missioni giornaliere, i bonus di XP non vengono mostrati nella schermata delle ricompense.
    • Il tuo personaggio ottiene comunque i bonus di XP, solo non vengono visualizzati nell’interfaccia.

Crogiolo

  • Ridotto il limite di tempo delle mappe Bastione e Prima Luce in Controllo e Scontro da 15 a 12 minuti, portando così il limite temporale in pari con le altre mappe senza veicoli di quelle playlist.
  • Ridotta la probabilità di giocare su Bastione e Prima Luce in Controllo e Scontro.

Fonte: Bungie

All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Lasciare una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e gli attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*