Assetto Corsa Assetto Corsa Recensione

Non un semplice videogioco di corse automobilistiche, ma una vera e propria simulazione. In Assetto Corsa possiamo giocare con più di 55 auto, riprodotte in ogni minimo particolare, e 13 circuiti fedeli alla realtà, il tutto accompagnato da un perfetto realismo di gara.

Entrati nel vivo del titolo notiamo subito che è possibile selezionare le modalità Carriera o Eventi Speciali. Si può inoltre accedere al menù principale dove è possibile effettuare la pratica o in alternativa selezionare una delle partite rapide, che danno la possibilità di sfidare l’AI in gare mozzafiato, personalizzando i setting della proprio auto a piacimento.

La modalità Carriera propone al videogiocatore una serie di obiettivi da superare, permettendoci di guadagnare punti per sbloccare i successivi eventi. Per superare questi obiettivi dovremo affrontare e superare le seguenti modalità di cui è composto il gioco: time attack, gare veloci, gare drift e drag.

AssettoCorsa (17)

La prima gara

Fronteggiando la prima gara con Assetto Corsa la cosa che fin dall’inizio ci colpisce è il realismo dell’autovettura, con una grafica all’altezza dei più grandi giochi d’auto. Alla prima accelerazione notiamo subito che non solo l’auto è ben definita, ma anche la simulazione di guida è ben riprodotta. Ogni auto ha caratteristiche e settaggi diversi, che ne determinano lo stile di guida e le prestazioni. Inoltre anche i nostri setup alle autovetture ne determineranno differenze di tenuta e manovrabilità.

Per una migliore esperienza di gioco, Assetto Corsa andrebbe utilizzato con un volante. In questo caso il force feedback tramesso durante una competizione è incredibilmente realistico. Salendo a bordo di una vettura con assetto rigido, sentiremo fedelmente le vibrazioni di tutte le asperità dell’asfalto, avvallamenti compresi.

Il titolo da possibilità ai videogiocatori provvisti di volante o gamepad di utilizzare la configurazione corretta dal menù principale selezionando il modello di controllo utilizzato; per il resto sarà il gioco ad effettuare automaticamente le impostazioni corrette. Nel caso in cui i comandi impostati non siano di nostro gradimento potremo comunque personalizzarli.

Il sonoro è ai massimi livelli: la differenza del rombo del motore tra dentro e fuori dall’auto, il passaggio delle auto in vicinanza e di cambi marcia donano una sensazione indescrivibile.

Questo titolo è strutturato per ricevere le personalizzazioni dei Modder Gamer, in quanto Assetto Corsa mette a disposizione un tool per effettuare queste modifiche. Questo farà si che la longevità del titolo si espanderà sempre di più inserendo nuovi tracciati e nuove auto.

AssettoCorsa (18)

Multiplayer

Gli sviluppatori hanno inserito nelle ultime release di versione la funzionalità multiplayer, in cui potremo disputare gare online con altri giocatori. Alcuni Fan di Assetto Corsa hanno già reso disponibili dei tornei, disponibili sul sito http://assettocorsafan.com/.

Durante le sessioni online è necessario effettuare un warm up per posizionarsi sulla griglia di partenza, e successivamente saremo pronti per la gara.

La struttura dell’online permette di selezionare il server di proprio gradimento e, una volta entrati nella lobby, selezionare l’evento desiderato.

AssettoCorsa (6)

Conclusioni

Questo gioco è stato sviluppato da un team di Italiani della Kunos Simulazioni, i quali hanno fatto un’ottimo lavoro sia dal punto di vista grafico che di simulazione. Si vede in ogni particolare del titolo l’amore e la passione per le auto e la voglia di costruire qualcosa di veramente eccezionale. Siamo sicuri che questo progetto sarà in continua evoluzione e chissà se un giorno possa uscire anche su console.

Nella speranza che inseriscano molte più auto, circuiti ed eventi, diciamo che questo titolo è un must have per tutti gli appassionati di simulazioni di corse.

Attualmente Assetto Corsa è in Early Access su Steam e la recensione si basa sulla versione 1.0.9 Release Candidate.

Informazioni su Andrea Raso (Andrea West) 2402 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*