Arriva il seguito del famoso simulatore di ping pong, VR Ping Pong Pro

VR Ping Pong Pro

Merge Games e Reddoll sono lieti di annunciare che VR Ping Pong Pro, il seguito del famoso simulatore di ping pong del 2016, VR Ping Pong, si sta facendo strada su PC VR e Playstation VR a settembre. Metti alla prova le tue abilità con una varietà di modalità di gioco impegnative, mentre saliti di livello per diventare il vero Ping Pong Pro! Hai quello che ci vuole? Raccogli la tua racchetta virtuale e scoprilo!

Con otto nuovi livelli tra cui un portico, uno stadio e un giardino giapponese; puoi competere per diventare il campione contro sfondi meravigliosi e fotorealistici! VR Ping Pong Pro dispone anche di personalizzazione racchetta / palla con una tonnellata di diverse opzioni tra cui scegliere; puoi diventare il professionista con stile!

Vai da principiante a professionista con cinque livelli di difficoltà unici per soddisfare il livello di abilità di qualsiasi giocatore. L’aggiunta di statistiche approfondite sui giocatori, classifiche online e multiplayer online aumenta la posta in gioco mentre competi per diventare il vero Ping Pong Pro: dopo tutto, ce ne può essere solo uno! Sarai tu?

Caratteristiche

  • Partita singola – (Giocatore vs CPU o Giocatore 1 vs Giocatore 2)
  • Multigiocatore online: scegli di giocare partite singole o tornei con persone di tutto il mondo
  • Diventa il migliore nella modalità Torneo: i tornei in stile piramidale sono classificati per difficoltà
  • Minigiochi emozionanti in cui puoi affinare le tue abilità o semplicemente divertirti!
  • Una varietà di ambienti fotorealistici, che ti mettono proprio al centro dell’azione
  • Fedele alla fisica della vita, (con meccanica a rotazione completa), fai in modo che tu sia davvero lì!
  • Racchette personalizzabili: le modifiche alla racchetta hanno uno scopo pratico e visivo e può modificare il servizio, ad esempio.

VR Ping Pong Pro sarà disponibile a settembre 2019 su Steam e Vive

Informazioni su Andrea Raso (Andrea West) 2505 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*