Among the Sleep – Enhanced Edition può essere giocato su Nintendo Switch

Cinque anni dopo il suo primo lancio, questo titolo horror è finalmente giocabile anche in movimento

Among The Sleep Enhanced Edition

L’iconico gioco horror in prima persona Among the Sleep ha compiuto cinque anni! Un compleanno speciale, ovviamente, merita un regalo altrettanto speciale ed è proprio per questo che SOEDESCO e Krillbite hanno deciso di lanciare proprio oggi una versione fisica e digitale di Among the Sleep – Enhanced Edition per Nintendo Switch! Inoltre, nuove versioni fisiche della enhanced edition per PlayStation 4 e Xbox One sono ora disponibili nei negozi.

Jon Cato Lorentzen, CEO di Krillbite Studio, è felicissimo: “È un giorno veramente speciale per Among the Sleep, e quale miglior modo di festeggiare questo quinto anniversario se non lanciando un’edizione per Nintendo Switch? Siamo così orgogliosi del cammino percorso dal nostro bambino finora, e non vediamo l’ora che la community di Nintendo Switch si unisca all’inquietante mondo di Among the Sleep.”

Enhanced Edition con contenuti extra

Among the Sleep: Enhanced Edition contiene il nuovissimo livello Museo, con contenuti del dietro le quinte e filmati extra. Include anche un artbook digitale e una colonna sonora digitale. In più, adesso i giocatori possono scegliere il pigiama indossato dal loro personaggio. Finalmente è stato aggiunto un nuovo dialogo e sono stati fatti tanti altri miglioramenti per quanto riguarda la grafica, le prestazioni e il gioco.

Include:

  •  Enhanced Edition con contenuti extra, prestazioni e grafica migliorate
  • Metti insieme i pezzi del puzzle per scoprire che è successo alla mamma
  • Svela una storia inquietante piena di tensione, simbolismo e horror psicologico
  • Avventurati in ambienti minacciosi come una foresta contorta e una casa buia

Informazioni su Andrea Raso (Andrea West) 2489 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*