In arrivo il campionato ufficiale di NARUTO SHIPPUDEN: Ultimate Ninja STORM 4

BANDAI NAMCO Entertainment Europe annuncia oggi la prima stagione del suo “STORM Championship”, un programma per portare NARUTO SHIPPUDEN: Ultimate Ninja STORM 4 nello scenario competitivo dei giochi di combattimento.

Sviluppato dal celebre studio giapponese di CyberConnect2, NARUTO SHIPPUDEN: Ultimate Ninja STORM 4 è stato elogiato dalla stampa e dagli appassionati della serie come l’esperienza di NARUTO più avvincente di sempre, sia in termini di gameplay che di grafica. Dal lancio, avvenuto il 5 febbraio 2016, NARUTO SHIPPUDEN Ultimate Ninja STORM 4 ha già venduto più di 1 milione di unità!

NARUTO SHIPPUDEN Ultimate Ninja STORM 4 Esport

Negli ultimi anni, abbiamo assistito alla costante crescita della community di STORM in Europa, Medio Oriente, Africa e Australasia e a un maggior interesse nei confronti del mondo competitivo. L’anno scorso abbiamo lanciato la STORM-LEAGUE, una piattaforma per supportare questo genere di attività… e quest’anno abbiamo deciso di fare un ulteriore passo in avanti, organizzando la prima stagione dello STORM Championship, che si terrà proprio tramite la STORM-LEAGUE! La prima stagione avrà un montepremi totale di 15.000€ e inizierà proprio questa settimana! Preparatevi per alcune battaglie epiche, che consentiranno di raggiungere la fase finale all’ESL Studio di Colonia!”, ha dichiarato Benoit Scappazzoni, Product Manager di BANDAI NAMCO Entertainment Europe.

La prima stagione dello STORM Championship vedrà i 16 migliori giocatori di Europa, Medio Oriente ed Europa orientale sfidarsi per un montepremi totale di 15,000€!  La fase finale si terrà presso l’ESL Studio a Colonia in collaborazione con la Electronic Sports League e sarà trasmessa in diretta su twitch.tv/ESL e twitch.tv/bandainamcoeurope!

Per maggiori dettagli, visitare il sito web ufficiale!

Informazioni su Andrea R. 1984 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*