Battlefield V si espande con il capitolo 4

Electronic Arts Battlefield V

Battlefield V torna ad infuriare la Seconda Guerra Mondiale con quattro nuove mappe, secondo l’annuncio di DICE che anticipa il rilascio di Contro ogni previsione, il Capitolo 4 di “Venti di Guerra” disponibile dal prossimo 27 giugno. Tra veicoli equipaggiati per attraversare le insidiose distese di sabbia e piccole e agili squadre di fanterie, Battlefield V è pronta ad offrire ai videogiocatori nuove mappe multiplayer e esperienze sensazionali nelle nuove ambientazioni. Ad aprire le nuove battaglie nel Capitolo 4 saranno due mappe per 64 giocatori.

La prima è quella di Al Sundan, creata per la più classica delle strategie in multiplayer, concentrata su grandi distanze da percorrere con vari veicoli e battaglie a campo aperto ambientate nel deserto del Nord Africa in “Sotto Nessuna Bandiera”.

La mappa Marita, la seconda mappa greca dopo Mercury nel Capitolo 3: Prova del Fuoco, è prevista per Luglio e vedrà infuriare la Battaglia di Grecia. Marita porterà i videogiocatori in uno scenario di montagne mozzafiato tra strade sterrate sospese tra i fiumi e combattimenti di fanteria in cui gli Alleati resistono strenuamente alle Forze dell’Asse.

Avvincenti scontri corpo a corpo arriveranno in estate con due mappe disegnate per gli scontri tra fanterie, dove i videogiocatori dovranno distruggere le fabbriche nelle Isole Lofoten e rovesciare l’occupazione dell’Asse in Provenza.

Ad ottobre sarà la volta di Operatione Underground, tra i Capitoli 4 e 5: ispirata alla celebre Operation Métro di Battlefield 3, questa mappa offrirà feroci scontri uomo a uomo nelle strade delle città, giardini, piazze, impianti ferroviari e gallerie.

Gli appassionati possono scoprire più anticipazioni sintonizzandosi sabato 8 giugno alle 19.30 sul livestream dedicato a Battlefield V in diretta dall’EA PLAY di Los Angeles: la diretta sarà condotta da Julia Hardy e Adam Freedman, con alcuni ospiti a sorpresa.

Informazioni su Andrea Raso (Andrea West) 2489 Articoli
All'inizio era pong, poi c'è stato l'avvento di Wolfestein 3D ed ora Assassin's Creed. Ogni volta che provava un gioco voleva scoprire cosa passava per la testa al team che ci ha lavorato. Appassionato fin da piccolo al mondo dei videogiochi non si stacca mai dal suo gamepad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*